1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Snam: conti 2015 in crescita, allo studio separazione da Italgas

QUOTAZIONI Snam
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
Snam ha archiviato il 2015 con i principali indicatori in crescita, confermato l’attuale politica di dividendi, proponendo all’assemblea degli azionisti la distribuzione di una cedola pari a 0,25 euro per azione, e infine ha annunciato l’avvio di uno studio di fattibilità sulla possibile separazione di Italgas da Snam. Questi i punti principali che emergono dal comunicato diffuso dal gruppo energetico italiano guidato da Carlo Malacarne prima dell’avvio delle contrattazioni in Europa. 
I conti del 2015 e il dividendo
Il consiglio di Amministrazione di Snam, riunitosi ieri sotto la presidenza di Lorenzo Bini Smaghi, ha approvato il bilancio consolidato per il 2015 che è stato chiuso con un utile netto adjusted (al netto delle componenti straordinarie) pari a 1.209 milioni di euro, in aumento di 131 milioni di euro (+12,2%) rispetto all’esercizio 2014, mentre l’utile netto ha evidenziato un progresso del 3,3% a 1.238 milioni di euro. Sempre nel 2015 l’utile operativo rettificato (Ebit adjusted), che esclude gli special item, è ammontato a 1.990 milioni, in aumento di 17 milioni di euro, pari allo 0,9%, rispetto all’esercizio 2014. In crescita anche i ricavi totali che sono cresciuti del 2,3% a 3.649 milioni di euro contro i 3.566 milioni conseguiti nel 2014. 
A livello operativo, il gruppo ha immesso gas nella rete di trasporto per 67,25 miliardi di metri cubi (+8%), in crescita il numero di contatori attivi (6,526 milioni, +1,8%).
“I risultati raggiunti nel 2015 confermano la solidità della nostra strategia di crescita per un sistema infrastrutturale sempre più efficiente e interconnesso, in grado di generare ulteriori benefici per il Paese”, ha commentato l’a.d. Malacarne. Di fronte a questi numeri Snam ha confermato l’attuale politica di dividendi: il cda ha 
 deliberato di proporre all’assemblea degli azionisti la distribuzione di un dividendo di 0,25 euro per azione (in linea con il 2014), in pagamento a partire dal 25 maggio 2016.

Allo studio possibile separazione di Italgas da Snam
Nell’ambito del processo di analisi e valutazione delle opzioni strategiche volte a massimizzare il valore per i propri azionisti, e tenuto conto dell’evoluzione dei diversi business in cui il Gruppo è impegnato a livello nazionale e internazionale, il cda di Snam ha individuato “l’opportunità di avviare uno studio di fattibilità su una possibile operazione di riorganizzazione industriale e societaria per la separazione di Italgas da Snam, che potrebbe realizzarsi attraverso la scissione parziale e proporzionale di Snam avente a oggetto, in tutto o in parte, la partecipazione in Italgas”. Snam prevede di sottoporre gli esiti all’approvazione del cda e pertanto di approvare e di illustrare, agli investitori istituzionali e agli analisti finanziari, il piano strategico 2016-2019 entro luglio 2016.