News Rating Sirti: la jv in Libia piace a Banca Akros, confermato il rating “buy”

Sirti: la jv in Libia piace a Banca Akros, confermato il rating “buy”

Gli accordi conclusi da Sirti in territorio africano sono ben accolti dagli analisti di Banca Akros che hanno confermato le loro stime sulla compagnia attiva nel settore tecnologico. La neonata joint venture a maggioranza Sirti, che ne possiede il 55%, svilupperà in Libia le infrastrutture e i sistemi di telecomunicazioni che fanno capo a Lybian Post, la tlc del Paese di Gheddafi. Secondo le stime di Sirti, la venture genererà, solo nel segmento telecomunicazione, volumi pari a 140 milioni in tre anni. La nuova società opererà infatti anche in altri settori con forte contenuto tecnologico, come quelli dell'energia e dei trasporti. Secondo gli analisti di Akros "il valore della partecipazione Sirti è di 20 milioni, ossia il 3% del valore di capitalizzazione. Tuttavia, la collaborazione con l'operatore locale e il potenziale di crescita in altri settori ci portano ad un maggiore ottimismo". Confermato quindi a 3,10 euro il target price in attesa della decisione del 6 dicembre da parte dell'Antitrust sull'acquisto di Tsf, decisiva per gli analisti che nel frattempo confermano il giudizio "buy" sul titolo Sirti.