1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Shock mercato auto: -85% immatricolazioni che tornano a livelli anni ’60

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

In marzo le immatricolazioni di autovetture in Italia hanno subito un calo dell’85,4%, attestandosi a quota 28.326 unità. Il Centro Studi Promotor (CSP) rimarca come sia un livello paragonabile a quelli dei primi anni ’60 del secolo scorso quando il processo di motorizzazione di massa nel nostro Paese stava muovendo i primi passi. “La drammatica caduta delle vendite di auto in marzo è interamente dovuta all’emergenza coronavirus – argomenta CSP – e al conseguente blocco della stragrande maggioranza delle attività produttive”. Le previsioni per i prossimi mesi sono di cali analoghi o superiori fino a che durerà l’emergenza.

Dall’inchiesta congiunturale condotta dal Centro Studi Promotor a fine marzo sui concessionari emerge un quadro assolutamente allarmante. La quasi totalità degli interpellati denuncia una caduta verticale nell’acquisizione degli ordini e si attende mercato in forte calo nei prossimi mesi, mentre l’indicatore di fiducia dei concessionari, determinato dal Centro Studi Promotor, crolla da 25,10 di febbraio a 4,30 di marzo.