1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Uncategorized ›› 

Ray Dalio: recessione prima di elezioni presidenziali 2020 e inasprimento guerra valutaria

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Ray Dalio, il fondatore dell’hedge fund Bridgewater, ritiene che c’è il 40% di probabilità che l’economia americana finisca in recessione prima delle elezioni presidenziali del novembre del 2020. Dalio, intervistato dalla Cnbc, parte dalla premessa che le recessioni sono inevitabili, la questione è capire quando arrivano. Le banche centrali si stanno muovendo per allentare la loro politica monetaria, ma Dalio ritiene che non basterà.

All’orizzonte si profila una guerra valutaria molto intensa. “Credo che stiamo entrando in un contesto in cui, nei prossimi tre anni, vedremo più guerre valutarie date o da interventi diretti nei mercati dei cambi o da politiche monetarie che indeboliscono la valuta di riferimento”, afferma il guru che non esclude la possibilità che Cina decida di sfruttare il fatto di essere un creditore degli Stati Uniti.