1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Piazza Affari in rialzo trova sponda dalle trimestrali: Ftse Mib riacciuffa i 22mila punti

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

piazza affari

Piazza Affari riesce a scrollarsi l’apatia di inizio settimana e imbocca la via dei rialzi, incoraggiata da alcune trimestrali societarie. Dopo l’avvio poco mosso, l’indice Ftse Mib accelera e segna un progresso di circa mezzo punto percentuale riacciuffando la soglia dei 22mila punti. Più cauti invece i listini d’Europa in un mercato incerto che reagisce ai risultati societari e alle indicazioni macro. Gli operatori rimangono prudenti in attesa dei numerosi dati macro in arrivo oggi, tra cui spiccano gli aggiornamenti sull’inflazione e sul Pil nell’Eurozona, mentre sul fronte societario prosegue la stagione delle trimestrali.

Intanto sale l’attesa per i prossimi annunci di politica monetaria da parte di Fed e BoE, in programma rispettivamente domani e giovedì. Questa mattina la Bank of Japan (BoJ) ha confermato la sua linea, come da attese, ma ha deciso di rendere la propria politica più flessibile, in merito alla definizione del target dei tassi di lungo termine (Leggi QUI). Dopo l’annuncio, la Borsa di Tokyo ha recuperato terreno chiudendo piatta (Nikkei +0,04%).

La cautela è dettata anche dalle crescenti incertezze sui titoli tecnologici americani, i cosiddetti titoli FAANG (Facebook, Apple, Amazon, Netflix, Google), con il Nasdaq che ieri ha chiuso in calo di oltre 1 punto percentuale per la terza seduta consecutiva, trascinando al ribasso Wall Street. “Le trimestrali sono probabilmente il mezzo più efficace per un investitore per cercare di capire quando (non se) avverrà un rallentamento delle prospettive di crescita dei FAANG, evento che potrebbe coincidere anche con un’inversione del trend del Nasdaq”, si legge in una nota dell’ufficio studi di Marzotto Sim. Attenzione dunque alla trimestrale di Apple, che verrà diffusa questa sera.

Tornano a Piazza Affari, la spinta arriva proprio dai conti. E’ infatti Leonardo a sostenere al rialzo il listino principale: il titolo della difesa balza del 7,5% dopo che ieri sera a mercato chiuso ha diffuso la trimestrale e rivisto al rialzo la guidance sull’intero anno (Leggi QUI). Bene dopo i risultati anche Italgas con un +1% e le banche chiamate ad alzare il velo sui conti a partire da domani. Piatta Enel (+0,04%) in attesa dei conti che publicherà oggi. Vendite invece su Salvatore Ferragamo (-0,81%), Pirelli (-0,90), dopo le dimissioni del presidente Ren Jianxin, e su Stmicroelectronics (-0,62%) che sconta anche la debolezza del comparto tecnologico a Wall Street.