1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Ops UBI Banca, Intesa comunica risultati definitivi: alla fine deterremo più del 91%

QUOTAZIONI Ubi BancaIntesa Sanpaolo
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Con un comunicato datato 3 agosto, Intesa SanPaolo diffonde i risultati definitivi dell’ops su Ubi Banca, conclusasi con successo lo scorso 30 luglio. DI seguito, alcuni estratti del comunicato:

“Con riferimento all’offerta pubblica di acquisto e scambio volontaria totalitaria promossa da Intesa Sanpaolo S.p.A. (“Intesa Sanpaolo” o l'”Offerente”), ai sensi e per gli effetti degli articoli 102 e 106, comma 4, del D. Lgs. n. 58 del 24 febbraio 1998, come successivamente modificato (il ‘TUF’), nonché delle applicabili disposizioni di attuazione contenute nel regolamento approvato da CONSOB con delibera n. 11971 del 14 maggio 1999, come successivamente modificato (il ‘Regolamento Emittenti’) su massime n. 1.144.285.146 azioni ordinarie di Unione di Banche Italiane S.p.A. (l”Emittente’ o “UBI Banca”), rappresentanti l’intero capitale sociale sottoscritto e versato dell’Emittente (l’ “Offerta”), e facendo seguito al comunicato circa i risultati provvisori dell’Offerta (e del Private Placement) pubblicato in data 30 luglio 2020, l’Offerente comunica quanto segue:

L’istituto precisa che “salvo ove diversamente indicato, i termini utilizzati con lettera iniziale maiuscola nel presente comunicato hanno il significato a questi attribuito nel documento di offerta (il “Documento di Offerta”) approvato da CONSOB con delibera n. 21422 del 25 giugno 2020 e pubblicato dall’Offerente in data 26 giugno 2020 (la “Data del Documento di Offerta”)”.

Sulla base dei risultati definitivi comunicati dagli Intermediari Incaricati a Intesa Sanpaolo (nella sua qualità di Intermediario Incaricato del Coordinamento della Raccolta delle Adesioni, a seguito dell’intervenuta efficacia della fusione per incorporazione di Banca IMI S.p.A. nell’Offerente), durante il Periodo di Adesione risultano portate in adesione all’Offerta (incluse quelle portate in adesione attraverso il Private Placement), n. 1.031.958.027 Azioni UBI pari a circa il 90,203% delle Azioni UBI oggetto dell’Offerta e a circa il 90,184% del capitale sociale di UBI Banca. Rispetto a quanto indicato nel comunicato sui risultati provvisori dell’Offerta (e del Private Placement) diffuso in data 30 luglio 2020, si registra una variazione in aumento delle adesioni per n. 1.500 Azioni UBI.

Alla Data del Documento di Offerta, l’Offerente deteneva, direttamente e indirettamente (anche a mezzo di società fiduciarie o per interposta persona), complessive n. 288.204 azioni ordinarie dell’Emittente, pari allo 0,0252% (arrotondato per difetto alla quarta cifra decimale) del capitale sociale dell’Emittente alla Data del Documento di Offerta e alla data del presente comunicato(1).

“Per effetto del regolamento dell’Offerta (e del Private Placement) e sulla base dei risultati dell’Offerta (e del Private Placement), l’Offerente giungerà a detenere complessivamente n. 1.041.458.904 Azioni UBI, pari a circa il 91,0139% del capitale sociale di UBI Banca, tenuto conto che (i) l’Offerente nel periodo intercorrente tra la Data del Documento di Offerta e la data odierna l’Offerente non ha acquistato (direttamente e indirettamente, anche a mezzo di società fiduciarie o per interposta persona) Azioni UBI al di fuori dell’Offerta (incluso il Private Placement), (ii) n. 39.127 Azioni UBI (pari allo 0,0034%, arrotondato per difetto alla quarta cifra decimale, del capitale sociale dell’Emittente), che alla Data del Documento di Offerta Intesa Sanpaolo deteneva in pegno con diritto di voto, sono state liberate dal pegno e (iii) UBI Banca detiene n. 9.251.800 azioni proprie rappresentative dello 0,8085% (arrotondato per difetto alla quarta cifra decimale) del capitale sociale dell’Emittente.

Si precisa che in tale computo non sono considerate le Azioni UBI che fossero detenute da fondi di investimento e/o altri organismi di investimento collettivo del risparmio gestiti da società del Gruppo ISP in piena autonomia da quest’ultimo e nell’interesse della clientela.

Si segnala inoltre che sono complessivamente pervenute adesioni “con riserva” per n. 334.454 Azioni UBI da parte di n. 103 aderenti. Tali adesioni non sono state conteggiate ai fini della determinazione delle percentuali di adesione all’Offerta.

Come ulteriormente specificato anche nella successiva sezione “Efficacia dell’Offerta”, sulla base dei risultati definitivi dell’Offerta l’Offerente comunica che:

come già indicato nel comunicato sui risultati provvisori diffuso in data 30 luglio 2020, la Condizione Soglia Percentuale (ossia la detenzione da parte dell’Offerente di una partecipazione complessiva pari ad almeno il 66,67% del capitale sociale dell’Emittente) risulta avverata; e le altre Condizioni di Efficacia dell’Offerta risultano avverate o, secondo i casi, rinunciate da ISP, come ulteriormente specificato anche nella successiva sezione “Efficacia dell’Offerta”.

Pertanto, l’Offerta è efficace e può essere perfezionata.

Si ricorda che il corrispettivo complessivo, non soggetto ad aggiustamenti, per ciascuna azione di UBI Banca portata in adesione all’Offerta (incluse quelle portate in adesione attraverso il Private Placement) (il “Corrispettivo”) è rappresentato dal Corrispettivo in Azioni indicato nel Documento di Offerta pari a n. 1,7000 azioni ordinarie di Intesa Sanpaolo di nuova emissione in esecuzione dell’aumento di capitale al servizio dell’Offerta e da un corrispettivo in denaro pari a Euro 0,57 (il “Corrispettivo in Denaro”).

Come ulteriormente specificato nella sezione “Pagamento del Corrispettivo”, gli Aderenti riceveranno il pagamento del Corrispettivo il 5 agosto 2020 e il pagamento dell’Importo in Contanti della Parte Frazionaria entro il 19 agosto 2020.