1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Per NIO e le altre EV stock lo spettro dell’assalto alla Cina delle auto elettriche di Vw e Ford. Ma analisti vedono la Tesla cinese tornare a volare

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le stelle nascenti cinesi del mercato delle auto elettriche continuano a riportare numeri convincenti, ma tra gli investitori sembra essersi assopito il fermento che aveva portato ad acquistare a mani basse i titoli NIO; Xpeng e Li Auto nel corso del 2020.
Le vendite di aprile di Nio, Xpeng e Li Auto hanno tutte evidenziato dei balzi a tre cifre rispetto a un anno prima nonostante la carenza di chip abbia bloccato una fabbrica di NIO per alcuni giorni. NIO ha visto  proprio le vendite aumentare del 125% a 5.147 veicoli elettrici. Ciò include 1.523 SUV ES8 a sette posti, 3.163 SUV ES6 a cinque posti e 2.416 crossover elettrici EC6. La crescita delle vendite è rallentata dal ritmo del 373% registrato a marzo.

Ad aprile le vendite di Nio sono diminuite del 2,1% se confrontate con marzo. La scorsa settimana Nio ha indicato che le consegne del secondo trimestre sarebbero approssimativamente piatte rispetto al primo a causa della carenza di chip. NIO è stata costretta a sospendere temporaneamente la produzione di fabbrica per cinque giorni a partire dal 29 marzo.

Titolo NIO senza sprint, ma analisti lo vedono tornare ai top

Numeri che non hanno scaldato il mercato con il titolo NIO sceso dello 0,75% ieri a 39,54 $, ben lontano dai top storici toccati nei primi scorci del 2021 a 66,99 $. In titolo NIO viaggia comunque a livelli più che decuplicati rispetto a un anno fa (il 4 maggio 2020 quotava 3,34 $).
Tra gli analisti dominano i buy su NIO (66,7% Buy, 25,9% Neutral e 7,4% Sell) con target price medio di oltre 58%, ossia ben il 47% sopra i livelli attuali. Mizuho ha alzato il target da 60 a 65 dollari con raccomandazione buy reiterata ritenendo che il produttore cinese di veicoli elettrici è ben posizionato per una crescita continua, con la leadership nella categoria premium, l’accelerazione nell’adozione di veicoli elettrici in Cina e la sua potenziale espansione in Europa nella seconda metà del 2021.

La concorrenza nell’arena EV aumenta

Xpeng Motors ha registrato un aumento delle vendite di aprile del 285% a 5.147 veicoli elettrici (a marzo aveva segnato +384%). Infine, le vendite di aprile di Li Auto sono aumentate del 111% a 5.539 SUV ibridi-elettrici. La crescita delle vendite è rallentata dal ritmo del 239% di marzo.
Quest’anno Nio e Xpeng devono affrontare la concorrenza più dura da parte di Tesla che ha lanciato ufficialmente il nuovo crossover Model Y made in Shanghai a inizio gennaio, un diretto rivale dei modelli EC6 di Nio e del G7 di Xpeng.
In aggiunta, anche giganti automobilistici tradizionali sono pronti a invadere il mercato cinese con i loro modelli elettrici. Volkswagen ha iniziato le consegne del suo crossover ID.4 alla fine di marzo, mentre Ford sta effettuando i preordini per il crossover Mach-E.