1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Michael Jordan fa sul serio a Wall Street, nuovo investimento nella società del mago delle scommesse sportive

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Michael Jordan sarà consulente speciale di Sportradar e aumenterà il suo investimento nella società di dati sportivi. La leggenda dell’NBA e proprietario dei Charlotte Hornets diventerà un consigliere speciale del consiglio di amministrazione di Sportradar, aumentando anche la sua partecipazione nella società, che detiene dal 2015.

Non sono stati diffusi i dettagli finanziari dell’accordo. Jordan, che a inizio mese ha partecipato al suono della campanella di apertura quando Sportradar ha debuttato a Wall Street, deteneva meno del 5% della società secondo i documenti SEC.

“Non solo Michael Jordan è una delle figure sportive più iconiche di tutti i tempi, ma è un leader leggendario che crede nella missione di Sportradar di migliorare il coinvolgimento dei fan attraverso la nostra piattaforma tecnologica e di servizi completamente integrata”, ha dichiarato il presidente di Sportradar, Jeffery Yabuki. “Siamo entusiasti di avere Michael che contribuisce al progresso degli sforzi commerciali di Sportradar”. Carsten Koerl, fondatore e ceo di Sportradar, aggiunge: “Negli ultimi anni i mondi del fandom, delle scommesse sportive e dei media sono convergenti e, grazie ai suoi successi in campo e fuori, Michael si trova all’intersezione di questi settori”. Koerl, che in passato contribuì al successo di Bwin (la portò in Borsa prima di lasciare il controllo), detiene la quota di controllo di Sportradar e controlla oltre l’80% dei diritti di voto.

Jordan fornirà consulenza al management con particolare attenzione al mercato statunitense, allo sviluppo del prodotto e alle attività di marketing. “Ho investito in Sportradar anni fa perché credevo nella visione e nella passione che Carsten e il resto del team avevano per trasformare l’industria della tecnologia sportiva”, ha affermato Jordan. “Non vedo l’ora di avere un ruolo formale con l’azienda”.

Anche Mark Cuban tra gli investitori 

Tra i proprietari di squadre statunitensi a investire in Sportradar spiccano anche Mark Cuban (Dallas Mavericks) e Revolution Growth, un fondo sostenuto da Ted Leonsis (Washington Wizards/Capitals). Anche Jeffrey Lurie (Philadelphia Eagles) è un investitore.

Sportradar annovera oltre 900 clienti nelle scommesse sportive, tra i quali DraftKings, FanDuel e Flutter. Ha inoltre stretto partnership con leghe sportive quali Nba e Nhl. L’accordo tra Sportradar e Nhl prevede anche che la National hockey league possa acquistare 90 milioni di dollari di azioni di Sportradar.

Jordan non è nuovo a investimenti nell’ambito del business delle scommesse sportive. Dallo scorso anno è consigliere del consiglio di amministrazione di DraftKings, società di gioco d’azzardo quotata sul Nasdaq.