1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Mercati proseguono la corsa. Quadro grafico molto positivo per Ferrari e Fca

QUOTAZIONI FerrariFiat Chrysler Automobiles
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Non si ferma la corsa dei mercati azionari a dispetto delle ultime vicende avvenute a Washington. I principali listini europei si muovono in rialzo dopo che gli indici americani hanno messo a segno nuovi massimi storici spinti soprattutto dal recupero dei titoli tecnologici. Il rialzo dei listini rimane guidato dal risultato dei ballottaggi in Georgia, che hanno visto vincitore il fronte Democratico aprendo le porte a maggiori stimoli fiscali negli Stati Uniti. Mentre il Congresso ha certificato il trionfo di Joe Biden alle elezioni, Donald Trump ha assicurato una pacifica transizione dei poteri.

Ferrari ritraccia dopo i massimi


Ferrari si conferma un titolo eccezionale toccando un nuovo massimo storico il 4 gennaio a 191,3 euro. Dopo una breve fase di lateralità tra la seconda metà di novembre e l’inizio di dicembre, Ferrari è riuscita a superare di slancio il livello statico di 178,5 euro raggiungendo nuovi massimi. Subito dopo il titolo ha avviato una fase di correzione fisiologica molto brusca tornando al test del supporto chiave a 178,5 euro. La rottura di tale livello genererebbe debolezza con possibili discese verso 169 e 160 euro. Al rialzo, invece, un primo segnale di recupero si avrebbe con il superamento della resistenza di breve a 186 euro con target i massimi storici in area 191 euro.
Per chi volesse operare Long a leva, potrebbe considerare il Turbo Open End Long UniCredit ISIN DE000HV4HK01 con leva 7 volte e strike a 156,952123 euro, oppure ISIN DE000HV4HK19 con leva 9 volte e strike 162,988755 euro.
Per chi volesse operare Short a leva, potrebbe considerare il Turbo Open End Short UniCredit ISIN DE000HV4C8Y2 con leva 8 volte e strike a 198,914592 euro.

Fca supera i massimi del 2019


Anche Fca ha esibito un grande prova di forza riuscendo a superare, seppur di poco, i massimi del 2019 toccati il 4 novembre a 14,78 euro. Il titolo si è infatti portato fin sopra quota 15 euro per poi ritracciare leggermente tornando in balia dei 14,78 euro. Uno strappo al rialzo potrebbe portare Fca verso i successivi target a 15,75 e 16 euro. Il titolo mantiene comunque una forte impostazione rialzista rappresentata dalla trend line costruita sui minimi di maggio e ottobre dello scorso anno. Al contrario, invece, una ricaduta sotto il supporto a 13,76 euro potrebbe innescare accelerazioni al ribasso con target 12,67 e 11,88 euro, area di prezzo dove passa anche la suddetta trend rialzista.
Per chi volesse operare Long a leva, potrebbe considerare il Turbo Open End Long UniCredit ISIN DE000HV4HU66 con leva 5 volte e strike a 12,062952 euro, oppure ISIN DE000HV4J5Q7 con leva 7 volte e strike 12,842127 euro.
Per chi volesse operare Short a leva, potrebbe considerare il Turbo Open End Short UniCredit ISIN DE000HV4J1W4 con leva 8 volte e strike a 16,310237 euro.