1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Mediaset: la pay-tv Premium parlerà francese, scambio azionario con Vivendi

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
L’annuncio è atteso a metà settimana. Mediaset cederà la sua pay-tv Mediaset Premium, che da quest’anno trasmette in esclusiva le partite della Champions League, a Vivendi. L’accordo tra i due gruppi è però più ampio e riguarderà la struttura azionaria, la governance e i contenuti. L’intensificarsi delle indiscrezioni sulla stampa nazionale riguardo ad un accordo imminente si sta facendo sentire a Piazza Affari, dove il titolo del Biscione viaggia in deciso rialzo mettendo a segno un progresso di oltre 3 punti percentuali a 3,69 euro. 
Il Sole 24 Ore ipotizza uno swap di quote pari al 3,5% e la cessione dell’89% di Mediaset Premium a Vivendi, con una valutazione implicita di circa 700 milioni di euro. La Repubblica sottolinea invece che sarà pagato un premio di maggioranza a Cologno Monzese rispetto alla valutazione di 800 milioni di euro, decisa nel 2014 per cedere l’11% della pay-tv alla spagnola Telefonica. Tutta la stampa nazionale è concorde nell’affermare che Mediaset ridurrà la sua quota nella pay sotto il 50% e che i due gruppi creeranno una piattaforma europea per produrre e acquisire contenuti assieme
Per quanto riguarda la governance il presidente di Vivendi, Vincent Bolloré, dovrebbe entrare nel Cda di Mediaset mentre Pier Silvio Berlusconi, Ceo di Mediaset, diventerà membro del board del gruppo francese. Vivendi potrebbe anche ottenere delle opzioni call per aumentare successivamente la sua partecipazione nella società della famiglia Berlusconi
“Continuiamo a credere che un accordo ci sarà – spiegano gli analisti di Mediobanca -. Un deal che lascerebbe a Mediaset il focus sui contenuti potrebbe rappresentare un’opzione estremamente interessante da esplorare”, spiegano gli analisti di Mediobanca che confermano il giudizio outperform sul titolo Mediaset con target price a 4,66 euro. 
Secondo Equita, se le stime sull’Ebit di Premium venissero confermate, “la cessione della pay-tv permetterebbe sul 2017 un incremento della stima di utile del 18% a 245 milioni di euro”. Ma non solo. Con un debito in Italia di circa 800 milioni di euro, pari alla partecipazione di Vivendi, gli analisti di Equita prevedono rilevanti incrementi del dividendo da parte di Mediaset