1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Mediaset: un nuovo inizio con accordo Vivendi, Mediobanca vede più utili e dividendi

QUOTAZIONI Mediaset S.P.A
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
Un nuovo inizio per la storia del gruppo che permetterà di continuare il focus sul business principale e ridurrà il profilo di rischio. È questa la fotografia degli analisti di Mediobanca sull’accordo tra Mediaset e Vivendi, siglato venerdì scorso, che ha sancito uno scambio azionario del 3,5% e la conquista di Mediaset Premium da parte del colosso francese. Mediaset continuerà a fornire servizi per la pay-tv in tre aree chiave: noleggio della capacità di trasmissione, raccolta pubblicitaria e trasmissione di canali non sportivi. L’accordo prevede inoltre una cooperazione sulla produzione di contenuti e la creazione di una piattaforma OTT europea.
 
Secondo gli esperti di piazzetta Cuccia, l’intesa siglata con Vivendi è estremamente accrescitiva in termini di utili per azione per Mediaset: Mediobanca ha infatti rivisto al rialzo le stime di utile netto per il Biscione del 58% per il 2016 e del 16% per il prossimo anno. Oltre all’incremento dei profitti, l’accordo potrebbe portare ad un miglioramento “in termini di pubblicità e di trasmissione dei canali pay e Mediaset potrebbe diventare estremamente attraente per le sue prospettive di dividendo“, spiegano da piazzetta Cuccia. 
Gli analisti di Mediobanca confermano il giudizio outperform sul titolo del Biscione, che oggi viaggia poco mosso in area 3,85 euro, con target price fissato a 5,08 euro. Al momento il mercato sembra snobbare le indiscrezioni riportate da La Repubblica, secondo cui per Mediaset sarebbe in arrivo una multa da 30 milioni di euro da parte dell’Antitrust per aver fatto cartello con Sky nella gara per i diritti tv della Serie A del triennio 2015-2018. Anche Sky dovrebbe essere multata con 30 milioni di euro, mentre 10 milioni è la cifra da sborsare per Infront, la società che ha gestito l’asta.