1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Mattarella chiama Draghi, Prodi: ‘scelta che proteggerà meglio il Paese, spero che accetti incarico’

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Così ha commentato in una intervista a La Stampa Romano Prodi, ex presidente del Consiglio ed ex presidente della Commissione europea, la convocazione di Mario Draghi al Quirinale.

Ieri il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha convocato Mario Draghi al Quirinale per oggi alle 12. “Serve un governo di alto profilo, darò presto un incarico non politico”, ha detto il capo dello Stato dopo l’incontro al Quirinale con Roberto Fico.

Ieri si è consumata la rottura delle trattative per vagliare la possibilità di un nuovo governo politico a guida Conte. Così Prodi:

“Credo che dobbiamo apprezzare tutti la scelta del presidente Mattarella. Spiegata agli italiani con un discorso che ha messo in luce la drammatica situazione in cui versa il Paese e ha saputo indicare la soluzione di più alto profilo che era a sua disposizione. Sono molto contento per lui. È una indicazione importante. Mattarella ha fatto quel che in questi casi fanno le cariche istituzionali: ha analizzato una situazione certamente non semplice, ha scelto per il meglio del Paese e ha saputo spiegare agli italiani le ragioni della strada indicata. Non è stata solo una decisione difficile ma è anche stata compiuta con la capacità di illustrarne i motivi agli italiani. A Mattarella va riconosciuto un notevole spirito didattico, comunicativo, una particolare abilità didattica”.

E ancora Prodi, che comunque aveva ben presentato giorni fa il noto vizio degli italiani – quello di aspettarsi un deus ex machina per poi crocifiggerlo:

“Sono convinto che la scelta del nome di Draghi sia quella che proteggerà meglio il Paese in questo momento particolarmente difficile. Penso che la situazione dell’Italia sia purtroppo sotto gli occhi di tutti. E che in un momento tanto delicato sia indispensabile cercare di rassicurare l’Europa sulla credibilità del nostro sistema. Un passaggio non secondario perché sarà molto importante il giudizio dei nostri partner europei sulle scelte che faremo utilizzandoil Recovery fund”.

In definitiva, Il governo Draghi “innanzitutto dovrà risollevare l’Italia da una situazione di drammatica emergenza sanitaria, economica e sociale. Per questo mi pare che Mattarella abbia individuato la soluzione ideale per contrastare questa deriva. Io penso che questa sia davvero la migliore scelta che si potesse fare in queste condizioni e mi auguro davvero che Mario Draghi voglia accettare l’incarico”.