1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Luigi Gubitosi: chi è l’Amministratore Delegato di TIM

Luigi Gubitosi è l’Amministratore Delegato e Direttore Generale di TIM. In passato ha ricoperto ruoli manageriali nelle più grandi aziende italiane.

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Luigi Gubitosi è uno dei manager italiani più importanti, attualmente AD di TIM, ma ha ricoperto nel corso della sua lunga carriera ruoli di rilievo in tutte le più grandi realtà nazionali: Fiat, Wind Telecomunicazioni, Alitalia e RAI.
L’Amministratore Delegato e Direttore Generale di TIM, nasce a Napoli il 22 maggio 1961. Qui Gubitosi ha conseguito la laurea in Giurisprudenza presso l’Università Federico II di Napoli per poi proseguire gli studi di economia alla London School of Economics. A seguire ha ottenuto il master in Business Administration all’INSEAD di Fontainbleu.

Luigi Gubitosi alla guida di TIM

Gubitosi entra nel CDA di TIM nel 2018, dove da maggio a novembre dello stesso anno è stato Consigliere indipendente, per poi venir nominato Amministratore Delegato e Direttore Generale il 18 novembre 2018, sostituendo Amos Genish.
Punto focale dell’operato di Gubitosi in TIM è l’abbattimento del Digital Divide infrastrutturale e del gap culturale degli italiani verso internet. Traguardo che Gubitosi intende raggiungere grazie al progetto “Operazione Risorgimento Digitale”, iniziativa che si inserisce in un quadro che vede TIM, con Gubitosi in prima linea, sempre più intenzionata a generare “valore” non solo per l’azienda in sé, ma anche per il Paese in generale.
Proprio in tal senso, l’azienda guidata da Luigi Gubitosi ha recentemente investito per il potenziamento della rete in fibra, finanziato anche attraverso l’emissione del primo Sustainability Bond TIM, e consegnato all’AGCOM un’offerta per il coinvestimento sulla rete secondaria: un impegno a 360 gradi per l’azienda di Corso d’Italia, impegnata così come mai prima nel cercare di garantire a tutti una connessione stabile e potente.
L’ottimo operato all’interno di TIM porta Luigi Gubitosi a entrare a novembre 2020 a far parte del Consiglio di Amministrazione di GSMA, la principale associazione mondiale TLC, che riunisce oltre 750 operatori delle telecomunicazioni. GSMA rappresenta gli interessi degli operatori di rete mobile in tutto il mondo e il mandato di Gubitosi, iniziato a gennaio 2021, proseguirà fino alla fine del 2022.

Luigi Gubitosi alla guida di TIM per abbattere il Digital Divide

Una delle prime iniziative promosse da Gubitosi alla guida di TIM è stato il progetto “Operazione Risorgimento Digitale”. Un piano nazionale per lo sviluppo delle competenze digitali che come Gubitosi ha voluto precisare, sarà aperta a tutti i cittadini.
“Gli italiani sono agli ultimi posti nell’indice della digitalizzazione tra i paesi europei; siamo quindi ultimi come capitale umano, con milioni di persone che non usano ancora Internet e milioni che lo usano poco e male”, spiega Luigi Gubitosi parlando del progetto.
 
L’operazione promossa da TIM è un’attività no profit ideata per “trasferire competenze ai cittadini” come detto dallo stesso Gubitosi. TIM è in prima linea per abbattere il divario digitale culturale in Italia e l’iniziativa “Operazione Risorgimento Digitale” è stata appoggiata da più di 30 Associazioni e Aziende, oltre che da importanti istituzioni quali la Commissione Europea, il Ministero dell’Istruzione e il Ministero della Giustizia. Si avvale inoltre della collaborazione della Polizia di Stato e della Federazione di settore Confindustria Digitale.

Luigi Gubitosi: una carriera ai vertici delle realtà italiane

Oltre al suo ruolo di Amministratore Delegato e Direttore Generale di TIM, è membro del Comitato Sostenibilità e Strategie. Dal 20 maggio 2020 è Vice Presidente per il CSIT, Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici e membro del Comitato Fisco e Corporate Governance di Confindustria. È componente del Consiglio Generale di Unindustria e in passato ha ricoperto il ruolo di Vice Presidente di Asstel. Prima di questo Gubitosi ha gravitato nelle maggiori aziende italiane, tra cui Fiat, Wind e RAI.

Luigi Gubitosi e l’esperienza nel Gruppo Fiat

Dal 1986 al 2005 Luigi Gubitosi ha ricoperto diversi ruoli di spicco all’interno del Gruppo Fiat. Gubitosi inizia il suo percorso ventennale in Fiat come Chief Financial Officer, Direttore Finanza e Responsabile Tesoreria di Gruppo. Diventa Presidente del Consiglio di Amministrazione di Fiat Partecipazioni e membro del consiglio di Amministrazione di Fiat Auto, Ferrari, Iveco, Itedi, Comau e Magneti Marelli.

Dopo l’esperienza Fiat, Luigi Gubitosi ricopre ruoli manageriali in Wind, Rai e Alitalia.

Nel 2005 Gubitosi entra in Wind Telecomunicazioni con il ruolo di Chief Financial Officer per poi ricoprire il ruolo di Amministratore Delegato dal 2007 al 2011.
Assume il ruolo di Commissario Straordinario di Alitalia nel maggio 2017 e ne diventa poi Presidente Esecutivo.
Da luglio 2021 ad agosto 2015 ha ricoperto la carica di Direttore Generale RAI.
In seguito, da novembre 2011 Luigi Gubitosi è stato Country Manager e responsabile della divisione Corporate and Investment Banking di Bank of America Merrill Lynch Italia. È stato Chairman dell’European Advocacy Committee del CFA Institute.

Dall’organizzazione delle Olimpiadi di Scacchi alla cattedra alla LUISS

Tra i molteplici ruoli manageriali ricoperti nel corso della sua carriera Gubitosi è stato anche membro del Consiglio di Amministrazione di Cometa (fondo pensione lavoratori metalmeccanici), F2i Sgr, Maire Tecnimont e de il Sole24ore. Possiamo inoltre ricordare la partecipazione come membro del Comitato organizzativo delle Olimpiadi di Scacchi di Torino 2006. Collabora con l’Università LUISS Guido Carli, di proprietà di Confindustria, dove ricopre il ruolo di docente di Finanza Aziendale.