1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Ipotesi Unicredit-Bper fa schizzare in alto i due titoli a Piazza Affari, analisti scettici su fattibilità

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il risiko bancario tiene sempre più banco e l’ultimo rumor vede un possibile avvicinamento tra Unicredit e Bper. Il Sole 24 Ore di oggi indica per la nuova Unicredit post Mustier tre possibili scenari di M&A. In primo è una riapertura dei contatti con il Tesoro per Mps, il secondo è Banco Bpm e il terzo una fusione con Bper. Quest’ultima ipotesi sarebbe stata studiata da una delle principali banche d’affari insieme ad alcuni ex manager di UniCredit.

“L’indiscrezione rappresenterebbe un progetto teorico e difficilmente ipotizzabile in quanto non sarebbe stata nemmeno analizzata come alternativa strategica da parte del management delle parti interessate”, commentano gli analisti di Equita SIM che attribuiscono le probabilità più basse di concretizzarsi nell’ambito dei vari scenari di M&A fra le banche in quanto, in primis, Unipol – principale azionista di BPE con il 20% – si diluirebbe in Unicredit post acquisizione al 2% diventando di fatto un azionista irrilevante.

A Piazza Affari il titolo Bper scatta oggi in testa al Ftse Mib con +4,1% proprio sulla spinta di questo rumor. In spolvero anche Unicredit (+2,88% a 8,148 euro) grazie anche ad altre indiscrezioni stampa che vedono più concreto uno scenario di Mps stand-alone.