1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Iliad rinvia lancio fisso in Italia, per il titolo Telecom Italia un catalyst negativo di breve in meno

QUOTAZIONI Telecom Italia
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Posticipato a dopo l’estate il lancio dei servizi di telefonia fissa di Iliad in Italia. L’annuncio è arrivato oggi in occasione della presentazione dei risultati dei primi tre mesi del 2021 che vedono il fatturato in rialzo del 33,6% a 1,85 miliardi di euro (mancando però il consensus Bloomberg pari a 1,88 miliardi). In Francia, il principale mercato del gruppo, Iliad ha visto il suo giro d’affari salire del 2,4% a quota 1,263 miliardi. Il mercato però non sembra soddisfatto e sulla Borsa di Parigi il titolo Iliad perde quota, registrando una flessione di oltre il 9 per cento.
Soffermandosi sugli spunti dai risultati per l’Italia (dove Iliad è presente dal 2018), il trimestre si è chiuso con ricavi in salita in Italia, mostrando una crescita del 25,1% a quota 188 milioni. Lungo la Penisola il gruppo conta 7,54 milioni di abbonati nel mobile a fine marzo 2021, con una quota di mercato di circa il 10%. “In Italia l’aumento del traffico sulla propria rete mobile ha un impatto positivo, permettendo al gruppo di anticipare un Ebitda positivo nel corso del secondo trimestre 2021“, si legge nel comunicato ufficiale del gruppo transalpino che ha tuttavia anticipato che “il lancio delle attività nel Fisso è atteso dopo l’estate 2021” e non più prima dell’estate come aveva indicato in precedenza.

La decisione di rimandare a dopo l’estate l’ingresso nel fisso rappresenta uno spunto importante per Telecom Italia, come sottolineano gli analisti di Equita. “Per TIM la notizia principale è il posticipo a dopo l’estate del lancio nel fisso, un elemento temporaneo ma che elimina un catalyst negativo di breve sul titolo e che consente al gruppo a nostro avviso di ottimizzare il lancio dell’offerta di contenuti sportivi questa estate”, spiegano gli esperti che hanno un rating buy e un target price di 0,51 eurosul gruppo guidato da Gubitosi. Per Telecom Italia il consiglio di amministrazione chiamato ad approvare la relazione finanziaria al 31 marzo 2021 si riunirà domani 19 maggio.
Intanto il settore delle tlc resta in primo piano anche per i conti di Vodafone. Equita si sofferma sui numeri del gruppo britannico, dai quali emerge un contesto ancora molto competitivo in Italia con Service revenues in calo del 8,8% (-7,8% organico, in linea con il trimestre precedente), con ricavi da mobile service a -9,3% e ricavi da servizi Fisso -3,8%. Come clienti, il mobile ha visto un calo di 209mila nel trimestre (simile ai trimestri precedenti) e una crescita di 25mila nel fisso BB (simile ai trimestri precedenti).