1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Dieci campioni di sostenibilità di Piazza Affari (5 del Ftse Mib) su cui puntare

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Enel, Snam, Terna, Inwit, Tim tra le società del Ftse Mib mentre Erg, Falck Renewables, Ghc, Sesa e Sicit tra le capitalizzazioni medio piccole sono i dieci titoli italiani che integrano opportunità di investimento legate allo sviluppo sostenibile e solidi fondamentali. A decretarlo l’ufficio studi di Equita che ha organizzato una conferenza virtuale “ITALIAN CHAMPIONS FOR SUSTAINABILITY” in cui è stato posto l’accento su come le aziende Italiane di eccellenza possano contribuire maggiormente allo sviluppo sostenibile facendo da catalizzatore dei piani di investimento stanziati dalle istituzioni per l’uscita dalla crisi e la ripresa economica.

Lo studio di Equita sugli investimenti ESG

L’investment bank italiana ha sottolineato la richiesta di investimenti responsabili non è cresciuta mai così tanto quanto in questi mesi colpiti dalla pandemia. La crescente domanda è stata accompagnata da un’offerta sempre più ampia di nuovi fondi da parte delle case di gestione, ma soprattutto trainata da ritorni mediamente superiori rispetto alle gestioni tradizionali (secondo Morningstar, il 72% dei fondi ESG si è collocato al di sopra del 50° percentile in termini di performance all’interno delle rispettive categorie). Secondo Equita gli indici che selezionano i titoli in base a criteri di sostenibilità hanno mostrato una discreta tenuta anche in questa fase di mercato, con ritorni non lontani da quelli dei loro benchmark tradizionali. Anche le istituzioni sembrano avere sposato in pieno il tema della sostenibilità,  destinando ingenti risorse non solo per supportare l’uscita dall’emergenza sanitaria ed economico-sociale creata dal Covid, ma anche per finanziare piani di investimento di medio termine legati a progetti di sviluppo sostenibile.
E’ probabile comunque, dice Equita, che saranno le strategie di investimento ESG più flessibili e sofisticate, come le strategie best-in-class (che selezionano i titoli con i requisiti ESG più elevati per ogni settore di riferimento), a dimostrarsi capaci di sovraperformare anche in queste fasi di mercato.