1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Ftse Mib corre a perdifiato verso i 22mila, correzione dietro l’angolo per Fca e Tenaris?

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Piazza Affari si muove in territorio positivo in questa prima seduta dell’ultima settimana di novembre, preparandosi ad archiviare il mese con una performance poderosa. L’indice Ftse Mib avanza di oltre 1 punto percentuale portandosi in area 21.900 punti, dopo aver archiviato la terza settimana positiva consecutiva (+3,84%), con uno straordinario movimento che ha generato un apprezzamento di quasi il 21% da inizio novembre. La conferma della chiusura settimanale al di sopra dei 21.155 punti ha poi confermato l’inizio dell’inversione di tendenza per l’indice (ora rialzista da ribassista), che ora punta ai target successivi posizionati a 22.000 e 22.500 punti.
“E’ evidente che una crescita del genere risulta insostenibile nel tempo, dunque ci attendiamo un imminente fase di consolidamento o correzione che vada a scaricare gli eccessi – avverte Pietro Di Lorenzo, fondatore di SosTrader.it – Operativamente ci aspetta una settimana condizionata dalle festività in Usa. In particolare giovedì Wall Street rimarrà chiusa per il Thanksgiving Day e il giorno successivo sarà a mezzo servizio. Ci siamo già posizionati Short con il 50% del portafoglio e, sulla conferma dei segnali di debolezza, incrementeremo la nostra esposizione ribassista”.

Gli scambi sui mercati sono sostenuti dalle speranze che i vaccini contro il coronavirus inizieranno a essere lanciati al più presto. In particolare, la speranza è che alcuni vaccini, ritenuti altamente efficaci negli studi clinici in fase avanzata, potrebbero cominciare essere lanciati negli Stati Uniti a dicembre. Inoltre, dopo Pfizer e Moderna è giunto anche l’annuncio della casa farmaceutica britannica Oxford-AstraZeneca, il cui candidato vaccino è efficace al 70%.
Tra i titoli da monitorare oggi, Bper Banca che dopo aver chiuso venerdì con un +4% oggi inizia la giornata con un +3%, apprezzandosi del 19,81% nelle ultime cinque sedute. Il titolo continua a essere sostenuto dall’ipotesi di una fusione Bper-Banco Bpm. Dopo le parole del ceo di Unipol, Carlo Cimbri, che si è detto favorevole alla potenziale creazione dell’asse Bper-Banco Bpm, a patto che crei valore per i soci, oggi arriva l’acquisizione di Creval da parte di Credit Agricole, che eliminerebbe un potenziale compratore per Banco Bpm, aumentando le chances di un deal con Bper. “Attendiamo un veloce storno per individuare un punto di ingresso a più basso rischio”, suggerisce Di Lorenzo.
Da monitorare anche Unipol dopo aver esploso nella volatilità e nei volumi potrebbe allungarsi ulteriormente verso la resistenza chiave in area 4,2 euro. Secondo SosTrader, attenzione anche a Tenaris che dopo essersi apprezzata del 53,49% nelle ultime 15 sedute mostra segnali di
rallentamento della pressione rialzista, disegnando un inverted hammer. “Possibile vendere sulla conferma di questo segnale”, avverte Di Lorenzo.

Pattern analogo per Fca che dopo un lungo up trend mostra segnali di rallentamento con una possibile veloce correzione da questi livelli.