1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Ftse Mib cauto: STM brilla con rumors su SpaceX di Musk. Oggi test asta Bot

Piazza Affari riprende fiato dopo la corsa delle ultime settimane, con un saldo a novembre di quasi +24%

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Solo moderati rialzi a Piazza Affari che non ha tuttavia interrotto la striscia positiva del mese di novembre (il Ftse Mib ha guadagnato quasi il 24% nel mese che sta per chiudersi). Quando è trascorsa meno di un’ora dall’avvio delle contrattazioni l’indice Ftse Mib si muove in leggera crescita dello 0,05% a 22.305 punti, dopo la positiva performance della vigilia in cui ha chiuso gli scambi a quota 22.303,58 punti (+0,72%) aggiornando i massimi a quasi nove mesi. Una giornata senza il faro di Wall Street, chiusa oggi per il Giorno del Ringraziamento. La Borsa di New York riaprirà domani ma solo per mezza giornata.

STM davanti a tutti con lo zampino di Musk

Osservando le performance dei singoli titoli del Ftse Mib, in evidenza Stmicroelectronics (+2,6%). Secondo le anticipazioni di Business Insider SpaceX, la società aerospaziale fondata da Elon Musk, avrebbe firmato un contratto con STM per il progetto Starlink. Si tratta di una costellazione di satelliti per l’accesso a internet satellitare globale in banda larga a bassa latenza costituita da satelliti miniaturizzati collocati in orbita terrestre bassa (LEO), che lavorano in sintonia con ricetrasmettitori terrestri. I satelliti sarebbero costruiti internamente da SpaceX mentre la produzione dei ricevitori sarebbe data in outsourcing a STM. Secondo Business Insider il prezzo di vendita unitario sarebbe di 2400 dollari e quindi, segnalano gli esperti di Equita che hanno una raccomandazione hold sul big italo-francese dei chip, il contratto con STM varrebbe 2,4 miliardi di dollari.

Positiva anche DiaSorin (+2%) che continua a percorrere la strada rialzista. Sotto pressione Saipem che cede il 3%, ma anche i bancari con UniCredit che perde l’1,5% e Bper che indietreggia dell’1,2%. Debolezza per una big dell’industria come che lascia sul parterre di Borsa circa un punto percentuale.

I temi di giornata

Tra i pochi spunti macro di giornata da seguire la pubblicazione dei verbali dell’ultima riunione di politica monetaria della Bce, mentre sul fronte emissioni, il Tesoro italiano collocherà Bot semestrali per sei miliardi.

Intanto ieri sera la Federal Reserve ha pubblicato i verbali dell’ultima riunione, in cui si legge che è pronta a fornire ulteriori misure accomodanti, se necessario, e ad effettuare aggiustamenti sui propri acquisti di Treasuries. Questa mattina l’azionario asiatico è contrastato, con Tokyo in rialzo dello 0,9%, mentre Shanghai rimane piatta e Sydney termina in calo dello 0,70%. Il contesto di mercato rimane comunque dominato dall’ottimismo grazie ai prossimi vaccini contro il coronavirus e alla transizione dall’amministrazione di Donald Trump a quella del presidente neo-eletto Joe Biden con la scelta di quest’ultimo di mettere al timone del dipartimento del Tesoro Usa l’ex presidente della Federal Reserve, Janet Yellen. Gli operatori si aspettano inoltre nuovi interventi di sostegno economico sotto l’amministrazione Biden.

Oggi Wall Street resterà chiusa per festività e ieri, prima della seduta di stop, ha archiviato le contrattazioni mista, con il solo Nasdaq che ha strappato un segno più. “Dopo i nuovi massimi registrati all’inizio di questa settimana, i mercati statunitensi si sono concessi ieri alcune prese di profitto prima del Ringraziamento in scia ad alcuni dati economici più deboli del previsto che suggerivano che i recenti miglioramenti nel mercato del lavoro erano più o meno giunti al termine. È stato comunque degno di nota il fatto che il Nasdaq abbia chiuso la giornata in rialzo”, commenta Michael Hewson, chief market analyst di CMC Markets UK.