1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Facebook: utili e fatturato fanno meglio delle attese, ma ‘2021 porterà molta incertezza’

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Facebook ha riportato il bilancio del terzo trimestre, che ha messo in evidenza utili netti per un valore di $7,8 miliardi su un fatturato di $21,5 miliardi.

L’utile per azione si è attestato a $2,71, decisamente al di sopra degli $1,91 per azione attesi dal consensus. Ha battuto le attese anche il fatturato, visto che gli analisti avevano stimato $19,82 miliardi.

Il gigante dei social network ha comunicato inoltre di aver assistito nel mese di settembre a un rialzo del 12% su base annua degli utenti attivi giornalieri, che sono saliti a 1,82 miliardi.

Gli utenti attivi su base mensile sono stati 2,74 miliardi, anche in questo caso in crescita del 12% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Entrambi i risultati hanno battuto le attese.

Così come Apple, Facebook non ha fornito una guidance per l’ultimo trimestre dell’anno, e ha parlato di un 2021 che porterà “un livello significativo di incertezza”, a causa della pandemia da coronavirus COVID-19, che rende impossibile fare previsioni certe.

Detto questo, per “il quarto trimestre del 2020 prevede che il tasso di crescita del fatturato legato alle entrate pubblicitarie sarà superiore su base annua rispetto a quello che ha caratterizzato il terzo trimestre, così come il fatturato non legato alla pubblicità sarà più solido, grazie anche alle vendite del visore Oculus Quest 2.

Per il quarto trimestre dell’anno, gli analisti prevedono un fatturato di $24,25 miliardi su un utile per azione di $2,67. Per l’intero 2021, l’outlook del consensus è di un fatturato complessivo di $100 miliardi su un utile per azione di $10,26.

Tornando alla base degli utenti, c’è da dire che Facebook ha assistito a un calo della base degli utenti negli Stati Uniti e in Canada, a 196 milioni di utenti attivi su base giornaliera, rispetto ai 198 milioni del trimestre precedente.

La campagna StopHateForProfit per boicottare il social non sembra aver avuto un impatto sul fatturato pubblicitario del gruppo, salito del 22% su base annua. Il titolo è sceso del 2% nelle contrattazionio afterhours di Wall Street.