1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

“Europa, via le regole: serve Eurobond da 1.500 miliardi. Fca? Grande opportunità”

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Abbiamo vissuto una giornata pazzesca sul fronte dello spread, che è tornato flat. Dipende solo dalle autorità politiche e monetarie dove andrà il differenziale”. Così Roberto Russo, amministratore delegato di Assiteca SIM, intervistato per commentare l’attuale situazione di mercato: “Io mi sento di dire che tra dodici mesi le aziende torneranno a produrre gli stessi fatturati di un mese fa. Si tratta di un virus, con il quale i governi si sono comportati inizialmente male, ma non sono stati distrutti i siti produttivi. Sarà lunga, ma ci sono tutte le armi della politica monetaria e fiscale per poterlo fare. Bisogna rompere, però, il paradigma dell’asse franco-tedesco di Bruxelles delle politiche recessive folli, che ha fallito. In un momento di guerra si usa l’economia di guerra, non di pace. Via tutte le regole: un’emissione di Eurobond da 1.500 miliardi di euro per tutti i Paesi. Se sfruttiamo questo momento per fare politiche di deficit e bond garantiti dall’Unione Europea possiamo rilanciare l’Europa”. 

IL FUTURO DI FCA Un pallino di Russo è FCA, società che ha dovuto chiudere diversi stabilimenti a causa del coronavirus: “Bisognerà tagliare del 20-30% i margini del fatturato, ma fra due anni le cose si sistemeranno. Sento parlare di mancata fusione con Peugeot. Ma perché? La fusione sarà una grande opportunità a fronte di una crisi. Ciò che stiamo vedendo su FCA, come su altri titoli, se non ci fosse la paura oggi rappresenterebbe una delle più grandi opportunità di medio termine viste negli ultimi trent’anni”.