1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Equita punta su Piazza Affari: tra i mercati più interessanti con mix Draghi-Recovery Plan, più Enel in portafoglio

Equita guarda con ottimismo all’Italia che resta uno dei mercati preferiti. Questa l’indicazione principale contenuta nel monthly report della sim milanese

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il mese di agosto inizia con il segno positivo per i listini europei, Piazza Affari compresa. Il tutto in una settimana che si preannuncia densa di appuntamenti e dati macro, tra cui quelli in arrivo dal mercato del lavoro statunitense e i riusltati finanziari delle principali banche italiane previsti nei prossimi giorni. Come ogni inizio mese Equita pubblica il suo “Monthly report” in cui invita a guardare oltre la variante Delta e mantiene una view costruttiva sui mercati soprattutto sull’Italia.

“Dopo una fase di consolidamento che ci immaginiamo durerà ancora qualche settimana, ci aspettiamo un`ulteriore accelerazione della crescita in quanto riteniamo che gli elementi che la stanno rallentando (ritardo nelle riaperture a causa della diffusione della variante Delta, vincoli sul lato offerta e aumento prezzi delle materie prime) siano in gran parte temporanei, ma riconosciamo che nel breve potrebbero dar fastidio ai mercati dopo la forte corsa (Global Equities +97% da marzo 2020 e +15% da inizio anno)”, sottolinea Luigi De Bellis, co-responsabile dell’ufficio studi di Equita Sim, che mostra una view ancora positiva sui mercati, e in particolar modo sull`Italia.

View positiva sull’Italia grazie al mix Draghi-Recovery plan

Un ottimismo sull’Italia da ricercare in alcuni elementi, tra cui la combinazione Draghi + Recovery Plan. “Riteniamo che l’Italia sia tra i Paesi più interessanti in cui investire al momento, anche alla luce di un profilo di rischio drasticamente migliorato”, afferma l’esperto indicando che nel portafoglio raccomandato, il sovrappeso di Equita rispetto al benchmark dopo essere sceso durante il mese dal 97,5% (contro peso neutro del 95%) fino al 94,3%, è salito ora al 98,9 per cento.

Nel portafoglio principale Equita alza il peso su Enel. “A valle dei risultati del secondo trimetre e dell’aumentata visibilità sulle guidance 2021-22 alziamo il peso di 50 punti base nel portafoglio principale”, segnalano dalla sim milanese.

Cosa è successo a luglio sui mercati

Il mese di luglio che è stato da poco mandato in archivio ha visto le Borse mondiali ancora in leggera crescita (Global Equities +1,2%) ma con dinamiche contrastate. Nel dettaglio, Equita ricorda che le principali piazze europee hanno chiuso in territorio positivo (Eurostoxx600 +1,9%, Cac40 +1,7%, Ftse Mib +1.3%, Ftse Mid +2,6%), quelle americane hanno toccato i nuovi massimi storici (S&P500 +2,8%, Nasdaq +1,9%), mentre hanno mostrato un deciso calo quelle asiatiche (Nikkei – 5,2%, CSI300 -7,9%, HSI -9,9%) e sudamericane (-1,4%). Il calo dell’indice Pmi composite globale a giugno (da 58,5 a 56,6), in particolare dei nuovi ordini (principalmente negli Stati Uniti e in Cina), unito ai timori sulla variante Delta, ha innescato un calo dei rendimenti obbligazionari (decennale USA -23 punti all’1,24%).