1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Enel ed ENI spingono Piazza Affari ai nuovi massimi, Poste il miglior titolo del Ftse Mib oggi

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Incipit di settimana con timido segno più per Piazza Affari. Il Ftse Mib chiude comunque ai nuovi top a 13 mesi (+0,12% a 24.421 punti) e in questa settimana corta (venerdì Borsa Italiana rimarrà chiusa per festività pasquali) cercherà di dare seguito alla striscia di quattro settimane consecutive in rialzo.

Male le banche oggi (-0,5% Intesa, -1,34% Unicredit) con tutto il settore in affanno a livello globale dopo il crollo del 14% a Zurigo per Credit Suisse e del 16% per Nomura a Tokyo dopo la liquidazione forzata del portafoglio di Archegos avvenuta dopo che il fondo gestito da Bill Hwang ha fatto default su alcune margin call richieste da banche sue finanziatrici, come Goldman Sachs, Morgan Stanley, Nomura, Credit Suisse.

Tra le big di Piazza Affari spunto positivo di Eni (+1,13%); il migliori titolo di giornata è stato Poste (+2,18% a 10,78 euro) che avvicina ulteriormente i top storici del febbraio 2020. Bene anche Enel con +0,95% nel giorno in cui Credit Suisse ha reiterato outperform sul titolo con target price a feedback del roadshow con ENEL (outperform) rimarcando che il titolo scambia su multipli (14,6x P/E atteso 2022 e 8,5x 2022E EV/EBITDA, con uno sconto sul settore (15,8x, 10,1x). “In particolare – rimarcano gli analisti – non riteniamo giustificato lo sconto rispetto al suo peer chiave Iberdrola (TP 11,2 euro, Neutral), che scambia su 17x P/E atteso 2022e 11x 2022E EV/EBITDA, date le simili prospettive di crescita e il profilo di rischio inferiore di Enel dovuto alla mancanza di esposizione all’eolico offshore.

Molto bene il titolo Telecom Italia (+1,64% a un soffio da 0,46 euro). Il mercato accoglie con favore l’aggiudicazione dei diritti tv per la Serie A da parte di DAZN per le prossime tre stagioni. Tim è spettatore interessato in quanto ha recentemente stretto un’intesa con Dazn che permetterà alla maggiore tlc italiana di diventare l’operatore tlc e pay tv di riferimento che offre contenuti DAZN in Italia. La nuova partnership sarà attiva da luglio 2021 con offerte del servizio DAZN dedicate riservate ai clienti TIM comprese le partite di Serie A. Tim non ha fornito dettagli sull’accordo con DAZN, smentendo però impegni quali quelli che erano circolati alcune settimane fa (330 mln all’anno). “Grazie a questo accordo – rimarca Mediobanca Securities – TIM avrà la possibilità di aumentare la propria penetrazione della banda ultralarga facendo leva su uno dei i contenuti premium più apprezzati, come la Serie A: questo si tradurrà in un vantaggio competitivo rispetto ai peers in un momento in cui su fisso si aggiungerà Iliad tra pochi mesi. Il Gruppo è stato estremamente razionale negli ultimi anni concentrandosi sul potenziamento del ruolo di primo piano di TIMVISION come aggregatore di contenuti”.