1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Elezioni Quirinale: Confesercenti, instabilità politica potrebbe costare 0,2 punti di pil

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le elezioni del Presidente della Repubblica in corso in questi giorni arrivano in un momento estremamente delicato per l'economia italiana: la nuova ondata ha minato il recupero, generando incertezza per imprese e famiglie, e l’instabilità politica potrebbe costarci 0,2 punti di Pil. Questa la stima di Confesercenti, secondo cui a pesare sarebbe il rallentamento dell’attuazione del Pnrr e del programma di riforme a esso collegato, che frenerebbe anche il percorso di risalita della propensione al consumo. "Uno stop che, per fortuna, sembrerebbe essere ancora lontano - spiegano da Confesercenti -. Ma che nell’eventualità metterebbe a rischio nel trimestre altri 2 miliardi di spesa potenziale, con una perdita di Pil pari allo 0,2% e minori investimenti da parte delle imprese per 1,1 miliardi".

Risulta pertanto cruciale che dalle elezioni arrivi un segnale rassicurante. "Non è il momento delle divisioni, ma del senso di responsabilità - esortano da Confesercenti -. Abbiamo bisogno di una personalità di prestigio, in Italia e all’estero, che infonda certezze e rilanci la fiducia di famiglie e imprese nella politica e nelle istituzioni".