1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Deliveroo crolla a -30%, flop IPO con investitori in rivolta per trattamento dei rider. Non in linea con pratiche ESG

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Deliveroo, la società di consegne di cibo a domicilio partecipata da Amazon, non ammalia gli investitori e va KO al debutto a Londra. Il titolo segna un tracollo di ben il 30 per cento rispetto al prezzo di IPO con l’offerta di azioni che non ha riscontrato forte consenso costringendo la società di food delivery a fissare il prezzo all’estremo più basso della forchetta di prezzo.
Il prezzo delle azioni della società è sceso stamattina  a circa 2,73 sterline quando le azioni hanno iniziato la negoziazione condizionale. Le azioni Deliveroo non saranno trattabili dagli investitori retail fino alla fine delle negoziazioni condizionali, prevista il 7 aprile.

I dettagli dell’IPO

La società ha quotato le sue azioni a 3,90 sterline, dandole un valore di mercato di 7,59 miliardi, ossia all’estremità inferiore del suo intervallo target.
L’IPO prevede la vendita di 384.615.384 azioni, pari a un’offerta di circa 1,5 miliardi di sterline. Sul mercato è andata una quota del 21%. Di questo, 1 miliardo di sterline andrà alla società stessa e 500 milioni di sterline andranno agli azionisti esistenti, tra cui Amazon e Will Shu, ceo e co-fondatore dell’azienda. In particolare Amazon ridurrà la propria quota dal 15,8 all’11,5%, con diritti di voto al 5,2%, mentre il fondatore Will Shu salirà dal 6,1 al 6,3%, con diritti di voto al 57,5%.
“È sicuramente un risultato deludente per un’IPO che inizialmente ha generato molto entusiasmo”, ha scritto Michael Hewson, chief market analyst di CMC Markets UK.

Investitori e sindacati sul piede di guerra

Sul settore pesa la pressione dei principali investitori e sindacati sui diritti dei lavoratori. Alcuni tra i grandi gestori patrimoniali del Regno Unito hanno dichiarato la scorsa settimana che non avrebbero partecipato all’IPO perché il trattamento dei rider da parte della società non è in linea con le pratiche di investimento responsabile. Intanto, settimana prossima è prevista una protesta da parte dei rider per fare pressione per migliorare la retribuzione e le condizioni di lavoro.

Investitori voltano le spalle al food delivery

Nell’ultimo mese, Doordash – società californiana di food delivery – ha visto il proprio titolo crollare del 23% a Wall Street. E anche i rivali europei Just Eat Takeaway.com NV, Delivery Hero SE e helloFresh SE sono caduti in questo primo trimestre dell’anno mentre l’implementazione dei vaccini ha suscitato speranze di riapertura delle economie e quindi si stima un calod ella domanda di food delivery, che nel 2020 aveva toccato picchi in virtù delle restrizioni negli spostamenti.