1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Credito: il 43% degli italiani ha un mutuo o un prestito attivo ma tasso default sui minimi annui

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Circa il 43% degli italiani ha un mutuo da estinguere o un prestito attivo. E' ciò che emerge dall'ultimo aggiornamento della Mappa del Credito, che conferma nel primo semestre dell’anno i trend già in atto nelle precedenti rilevazioni, con il progressivo ma costante ampliamento del numero di italiani che hanno scelto di ricorrere al credito bancario per finanziare l’investimento sulla casa o per sostenere i propri progetti di spesa e le esigenze familiari.

Dall’analisi dei dati disponibili in EURISC, il sistema di informazioni creditizie gestito da CRIF, emerge che il 42,7% della popolazione maggiorenne risulta avere almeno un contratto di credito rateale attivo, facendo segnare una crescita del +3,6% rispetto ad un anno fa. D’altro canto nella prima parte dell’anno si è assistito ad una ripresa dei consumi che ha dato impulso alla crescente richiesta ed erogazione in particolare di prestiti finalizzati.

Allo stesso tempo resta elevata la sostenibilità del debito, con il tasso di default per il credito al dettaglio che si è attestato all’1,2% a marzo 2021, toccando il punto di minimo degli ultimi anni anche grazie agli interventi di sostegno al reddito e alle moratorie, che sono state attivate sul 2,6% dei contratti rateali. Non solo. Si assiste anche a un calo della rata media rimborsata ogni mese, che è risultata pari a 320 euro (-3,9% rispetto ad un anno fa).