1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Canone Rai troppo basso e va esteso ai cellulari. Il nuovo ad Fuortes prepara la stangata

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Fanno clamore le dichiarazioni del nuovo amministratore delegato della RAI, Carlo Fuortes. Nel corso dell'audizione davanti ai deputati e senatori della Commissione di Vigilanza Rai, il massimo dirigente della tv di Stato ha affermato che il canone Rai andrebbe esteso anche alle persone che usano cellulari e tablet per guardare la tv, senza avere un televisore in casa. A detta di Fuortes questa misura non avrebbe un impatto immediato sulle tasche degli italiani in quanto è esiguo il numero di persone che guardano la Rai dai device senza avere un televisore in casa. "Il problema è il futuro quando questa modalità di visione si affermerà sempre di più", ha precisato Fuortes.

Il nuovo ad della Rai si è anche soffermato sull'entità del canone (90 euro), ritenuta "incongrua" se si guarda agli altri paesi. Fuortes ha citato paesi quali la Francia dove il canone ammonta a 138 euro, la Gran Bretagna (185 Euro), la Germania con 220 euro e la Svizzera in testa con ben 312 euro.