1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Bitcoin a rischio violenta correzione nel breve, ma a Natale 2021 varrà fino a 90mila $ (analisti)

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il bitcoin continua il suo rally forsennato di fine 2020 con le quotazioni balzate a livelli record (ieri toccato picco oltre i 25.500 dollari). Tra gli analisti è elevato l’ottimismo guardando anche al prossimo anno con previsioni che vedono la criptovaluta volare con performance a tre cifre.

Nel breve termine, il prossimo importante traguardo per il Bitcoin saranno i 25.000 dollari a detta di Simon Peters, analista e esperto di criptovalute di eToro. “Ma potrebbe essere un percorso accidentato dal momento che le correzioni sono sempre dietro l’angolo. Sebbene reputo che sia un’eventualità improbabile, potremmo addirittura vedere i prezzi scendere fino a 13.000-14.000 dollari, argomenta Peters.

Guardando nel medio-lungo termine le stime sono tutte improntate al rialzo e Peters vede indica area 70.000-90.000 Dollari come obiettivo possibile da raggiungere entro Natale 2021. “La domanda del Bitcoin continua infatti a superare l’offerta e gli investitori istituzionali continuano ad acquistare la criptovaluta per proteggersi dall’inflazione: fattori che, insieme, stanno contribuendo a mantenere il prezzo al di sopra dei 20.000 dollari. Se questa tendenza dovesse aumentare nel corso dei prossimi mesi, i prezzi potrebbero essere spinti ancora più in alto”, asserisce l’esperto.

Diversi investitori di eToro questa settimana hanno visto questa situazione come un’opportunità di guadagno, dal momento che le posizioni chiuse sono state (al 16 dicembre) il 27% in più rispetto a quelle aperte. Tuttavia, il 16 dicembre si è anche piazzato all’ottavo posto per il numero di posizioni mantenute aperte nel corso del 2021.

“Gli investitori si stanno rendendo conto che, nonostante il rapido aumento dei prezzi che ha fatto clamore nel corso di questa settimana, considerare il Bitcoin come un investimento a lungo termine da tenere per mesi se non per anni nel proprio portafoglio, potrebbe esaltarne il vero potenziale, soprattutto nel corso del 2021”, conclude Peters.