1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Bilancio Amazon II trimestre: fatturato delude per la prima volta in tre anni. Non c’è più ‘assist’ lockdown. Titolo giù di oltre -7%

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il titolo Amazon è crollato fino oltre -7% nelle contrattazioni dell'afterhours di Wall Street, a seguito della comunicazione dei conti del secondo trimestre, che hanno messo in evidenza un fatturato peggiore delle attese per la prima volta in tre anni e una guidance debole.

In particolare, il fatturato si è attestato a $113,08 miliardi, al di sotto dei $115,2 miliardi attesi dal consensus degli analisti intervistati da Refinitiv.

La crescita del giro d'affari è stata pari a +27% su base annua, in forte rallentamento rispetto al tasso di crescita pari a +41% del fatturato del secondo trimestre del 2020. Il boom delle vendite era stato provocato dalle varie misure di restrizione e lockdown che tutti i governi all'epoca avevano varato o si apprestavano a varare, a causa dell'esplosione della pandemia Covid-19.

L'utile per azione di Amazon è stato pari a $15,12 nel secondo trimestre, meglio dei $12,30 per azione attesi.

Per il terzo trimestre, Amazon prevede un fatturato compreso tra $106 e $112 miliardi, dunque in crescita tra il 10% e il 16% su base annua, decisamente al di sotto dei $119,2 miliardi previsti dagli analisti.

Praticamente, con il reopening dell'economia globale, ad Amazon è venuto a mancare quel forte assist delle misure in stile 'stay home', che avevano portato i consumatori, confinati nelle loro case, a fare di incetta di acquisti online.