1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Azionario Asia positivo dopo Fed a eccezione di Hong Kong, focus anche su BoJ

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Se Wall Street ha chiuso la sessione in sordina, delusa dal tono non sufficientemente dovish della Fed successivo all’annuncio del taglio dei tassi di 25 punti al range compreso tra l’1,75% e il 2%, l’azionario asiatico ha riportato un trend generalmente al rialzo. Occhio alla decisione della Bank of Japan di Haruhiko Kuroda di lasciare invariata la propria politica monetaria.

I tassi di interesse a breve termine rimangono cosi inchiodati al -0,1%, così come rimane inalterato l’impegno a mantenere i tassi dei bond con scadenza a dieci anni allo zero. L’indice Nikkei 225 della borsa di Tokyo ha chiuso in rialzo dello 0,38% a 22.044,45 punti.

Dal comunicato del Fomc, il braccio di politica monetaria della Fed, emerge che “l’attività economica sta crescendo a un ritmo moderato; che il mercato del lavoro rimane solido; che la Fed agirà in modo appropriato per sostenere l’espansione; che il tasso di inflazione continua ad attestarsi al di sotto del target del 2%”.

Ancora: “La spesa per consumi continua a salire a un ritmo forte (quando nel precedente comunicato si leggeva che la spesa per consumi si era rafforzata rispetto all’inizio dell’anno). Ma “le esportazioni si sono indebolite”, così come “si sono indeboliti gli investimenti delle aziende in asset fissi”(in precedenza erano stati descritti semplicemnte come ‘soft’, ovvero deboli).

Wall Street si aspettava tuttavia un tono più dovish, se si considera che Powell, pur dicendosi pronto a intervenire con una sequenza di tagli in caso di ulteriore peggioramento dell’economia, ha detto di credere che ciò non avverrà. Occhio alla reazione della parte iniziale della curva dei rendimenti, che ha visto i tassi dei Treasuries Usa a due anni balzare dopo l’annuncio del taglio dei tassi di ben 10 punti base, dall’1,66% all’1,766%.

Dopo l’annuncio, il Dow Jones è sceso fino a -200 punti, o -0,80%, per poi recuperare terreno in chiusura. Lo S&P 500 è sceso anch’esso fino a -0,8%, e il Nasdaq Composite è calato fino a -1,1%. Wall Street ha comunque recuperato nel finale gran parte delle perdite, con il Dow Jones che ha chiuso quasi piatto, in rialzo dello 0,1%, a 27.147,08 punti e lo S&P 500 anch’esso quasi invariato a 3.006,73 punti. Il Nasdaq Composite ha ridotto i cali a -0,1%, a 8.177,39 punti.

Borsa di Shangai al momento piatta, mentre Hong Kong cede oltre -1% nonostante la decisione della banca centrale dell’isola di tagliare anch’essa i tassi dopo la Fed, di 25 punti base al 2,25%.

Riguardo agli altri indici, Sidney +0,51%, Seoul +0,30%.