1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Wall Street sopra la parità, comparto auto in evidenza

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il secondo semestre dei listini statunitensi inizia in lieve territorio positivo: al momento il Dow Jones segna un rialzo dello 0,21%, lo S&P sale di un quarto di punto percentuale e il Nasdaq avanza dello 0,44%. Nonostante le recenti tensioni e la cautela in vista del week-end lungo (lunedì è il Giorno dell’Indipendenza), i listini statunitensi potrebbero chiudere la quarta seduta consecutiva con il segno più.

Indicazioni contrastanti quelle arrivate dai dati macro: sostanzialmente in linea con le stime i 51,3 punti del Pmi manifatturiero, ha stupito in positivo l’Ism a 53,2 punti mentre le spese per costruzioni, scese dello 0,8%, hanno deluso le attese.

A livello di singole performance spicca il +1,59% di Ford, che a giugno ha visto le vendite salire del 6,4%, e il +1,13% di GM che, nonostante il -1,6% del dato generale, ha registrato un incremento delle vendite “retail” dell’1%.

L’intonazione del comparto sta spingendo anche Tesla (+0,36%), in rosso nei primi scambi a causa dell’inchiesta che le autorità statunitensi hanno aperto sull’incidente mortale che ha visto coinvolta l’auto a guida autonoma.

Oggi l’agenzia Standard & Poor’s ha confermato il rating “AA+” assegnato alla prima economia con outlook “stabile”, riducendo le stime di crescita 2016-17 al 2 e al 2,4 per cento (dal +2,3% e +2,5%). S&P’s stima un rischio recessione nell’arco di un anno al 20-25% (contro il 15-20% precedente) e, per quanto riguarda la politica monetaria, nell’anno corrente è atteso un solo incremento del costo del denaro (3 nel 2017 e 3 nel 2018).