1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Wall Street chiude un’altra seduta con il segno più

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La pubblicazione dei verbali dell’ultima riunione della Federal Reserve riporta gli acquisti sui listini a stelle e strisce. Il Dow in chiusura di seduta ha messo a segno un +0,18% portandosi a 11.559,95 punti, +0,23% per lo S&P che sale a 1.212,92 e +0,55% per il Nasdaq a 2.576,11. Nella riunione dello scorso 9 agosto tra i membri del Fomc sono emerse diverse posizioni sulle misure da mettere in campo nei prossimi mesi ma su una cosa i membri del comitato esecutivo si sono trovati d’accordo: non è in arrivo una nuova ondata recessiva, anche se l’economia resta vulnerabile agli shock. I dati macro del giorno hanno evidenziato la discesa della fiducia dei consumatori da 59,2 a 44,5 punti, il livello minore dall’aprile 2009 ed il calo maggiore dall’ottobre del 2008. Arrivato anche il dato relativo i prezzi delle abitazioni misurati dall’indice S&P Case Shiller, saliti dell’1,1% mensile a giugno.

Tra le notizie del giorno -0,28% per ExxonMobil, che ha raggiunto un accordo da 3,2 miliardi di dollari per finanziare progetti esplorativi nel Mar Nero e nella Siberia occidentale. Tra i retailers segno più per Barnes & Noble e Dollar General (+14,87% e +5,83%) nel giorno della pubblicazione dei conti trimestrali. -1,12% invece per Citigroup, che a causa dell’uragano Irene ha tagliato le stime sulle vendite same-store di JC Penney (-1,75%), Kohl’s (-2,18%), Macy’s (+0,85%) e Saks (+0,21%). Per quanto riguarda i giudizi, Susquehanna ha promosso Toll Brothers (+1,9%) a “positive” e Nomura ha portato la valutazione su Boeing (+2,21%) da “reduce” a “neutral”.