1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Vendite al dettaglio trainano il dollaro ai massimi da giugno 2010

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Finale d’ottava in crescendo per il biglietto verde che trova sponda nella crescita superiore alle attese delle vendite al dettaglio statunitense. Il dollaro ha toccato nel pomeriggio i massimi a oltre 7 annirispetto allo yen a quota 116,82. Il dollar index, che misura l’andamento delbiglietto verde rispetto a un basket composto da sei delle principalicontroparti valutarie, si è spinto fino a quota 88,31, sui top dal giugno 2010.Riflessi anche sull’andamento dell’euro/dollaro che, dopo il tentativo dirimbalzo della vigilia, si è riportato sui minimi a 4 anni a cavallo di quota1,24.

A dare spinta al dollaro sono stati i nuovi riscontripositivi arrivati dalla congiuntura a stelle e strisce. A ottobre le vendite al dettaglio hannomostrato una crescita dello 0,3% su base mensile rispetto al precedente -0,3per cento. Il mercato si attendeva una crescita dello 0,2 per cento. Oltre leattese anche il dato “core” (+0,3% rispetto al +0,2% atteso).

 

Ulteriore rafforzamento del dollaro che potrebbe nonlasciare indifferente la Federal Reserve. In attesa della diffusione delleminute Fed in agenda settimana prossima, il mercato guarda alle possibilicontromosse della Fed per evitare che un eccessivaascesa del dollaro intacchi la congiuntura Usa.”Un altro ampio apprezzamento del biglietto verde da questi livellipotrebbe indurre la Fed a una maggiore cautela nel decidere il primo rialzo deitassi, anche perché la valuta statunitense si sta rafforzando simultaneamentecontro euro, sterlina e yen”, ha sottolineato Asmara Jamaleh, economistadi Intesa Sanpaolo, nel suo commento daily antecedente all’uscita del dato sullevendite al dettaglio Us.