Svizzera: SNB vede +0,5% del pil nel 2012, inflazione negativa il prossimo anno

Inviato da Titta Ferraro il Gio, 15/12/2011 - 10:41
Le nuove stime sull'economia svizzera pubblicate oggi dalla Swiss National Bank (SNB) sono di una crescita del pil tra l'1,5% e il 2% nel 2011. Crescita dovuta principalmente al positivo andamento della prima metà dell'anno, mentre a partire dal terzo trimestre "si è assistito a un considerevole rallentamento a cui a contribuito sostanzialmente il forte apprezzamento della divisa locale nel corso dell'estate", rimarca la SNB.Per il prossimo anno le attese sono di una crescita moderata pari allo 0,5%. L'istituto centrale elvetico rimarca come l'outlook globale rimane molto incerto con un ulteriore escalation della crisi del debito sovrano dell'eurozona che potrebbe avere gravi conseguenze sul sistema finanziario internazionale. ""Le prospettive dell'economia Svizzera sono molto dipendenti da come la crisi si evolverà", aggiunge la SNB sottolineando le strette relazioni che il Paese ha con i Paesi dell'area euro. Per quanto riguarda l'inflazione, è vista allo 0,2% quest'anno e a -0,3% nel 2012, per poi tornare a crescere nel 2013 (+0,4%). Stime basate su un Libor a tre mesi allo zero per cento e un deprezzamento del franco svizzero.
COMMENTA LA NOTIZIA