1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Sprint finale di Piazza Affari, positive tgli altri listini europei

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Borsa di Milano ha chiuso in netto rialzo nella giornata orfana di Wall Street. Lo sprint è giunto sul finale di seduta con le parole di Mario Draghi filtrate dalla conferenza a porte chiuse presso una commissione del Parlamento europeo. Il numero uno dell’Eurotower avrebbe detto che acquisti di titoli governativi fino a 3 anni non rappresentano aiuti agli Stati. A Piazza Affari il Ftse Mib è avanzato dell’1,10% a 15.267,17 punti mentre il Ftse All Share si è attestato a 16.159,46 punti in rialzo dello 0,94%. Buone nel complesso le performance registrate dal comparto bancario che rimane nel mirino delle agenzie di rating. Moody’s ha rilevato che l’aumento degli accantonamenti delle banche italiane, evidenziati settimana scorsa, ha “un impatto negativo sul rating ed evidenzia che la qualità degli asset si sta deteriorando nella rinnovata recessione in Italia, con un effetto negativo sulla già debole profittabilità”. Moody’s ha citato Monte dei Paschi (+0,98% a 0,226 euro), Ubi Banca (+0,52% a 2,682 euro), Popolare di Milano (+1,92% a 0,418 euro), Intesa Sanpaolo (+0,88% a 1,261 euro) e Unicredit (+1,65% a 3,2 euro). In progresso dell’1,29% a 3,770 euro Mediobanca e del 2,50% a 1,189 euro Banco Popolare. Campari (+7,96% a 5,9 euro) regina degli scambi insieme a Tod’s (+6,91% a 90,5 euro). Male Eni, in flessione dello 0,57% a 17,52 euro. Peggio ancora fa STMicroelectronics, maglia nera del paniere principale (-0,76% a 4,708 euro) . Fuori dal listino delle blue chips, da segnalare il nuovo rally messo a segno da Rcs Mediagroup. Il titolo, rimasto sospeso per eccesso di rialzo per gran parte della seduta, ha chiuso in rialzo di quasi il 20%.

Chiusura tutta in territorio positivo per i listini del Vecchio continente. A Madrid l’Ibex ha terminato con un +0,18% a 7.434,2 punti, +0,63% per il tedesco Dax che si ferma a 7.014,83 e +0,82% del Ftse100 a 5.758,41. La performance migliore è quella del Cac40, salito dell’1,19% a 3.453,71 punti.