1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Piazza Affari limita le perdite nel finale ma chiude in ribasso dell’1% -2-

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Rosso il comparto bancario. Maglia nera del listino Ubi Banca che ha lasciato sul parterre il 4,22% a 2,54 euro. Seguono Mps (-3,13% a 0,432 euro) e Banco Popolare (-2,86% a 1,122 euro) in attesa dell’uscita dei conti semestrali. Male anche Mediobanca (-1,28% a 6,15 euro) e Intesa SanPaolo (-1,32% a 1,123 euro). Bpm ha mostrato una flessione del 3,88% a 1,463 euro all’indomani della conferma dell’iter dell’aumento di capitale fino a 1,2 miliardi di euro da parte del Cda. Si è salvata Unicredit che ha strappato un +0,17% a 0,908 euro. Nuovo scivolone per Fiat che ha terminato gli scambi giù del 2,43% attestandosi a 4,17 euro. La società torinese ha confermato gli investimenti per lo stabilimento di Grugliasco (Torino). Tra gli altri titoli della galassia Agneli male Exor (-2% a 15,17 euro), mentre Fiat industrial ha mostrato un progresso dello 0,59% a 6 euro. Prysmian ha svettato sul Ftse Mib con un rialzo del 2,33% a 10,53 euro. Nei primi sei mesi dell’anno la società dei cavi ha realizzato una perdita di 156 milioni di euro, contro i +44 milioni di un anno fa. Negativo anche il risultato operativo passato da +115 milioni del primo semestre 2010 ai -72 milioni di quest’anno.