Piazza Affari chiude in profondo rosso, crolla Mediaset. Tensione massima sui Btp -1-

Inviato da Alberto Bolis il Mer, 09/11/2011 - 17:43
Giornata nera a Piazza Affari e sul mercato secondario dei titoli di Stato, dove i rendimenti dei Btp a 2, 5 e 10 hanno sfondato la soglia critica del 7%. La Borsa di Milano ha indossato la maglia nera d'Europa: l'indice Ftse Mib ha ceduto il 3,78% a 15.071 punti, mentre il Ftse All Share è arretrato del 3,63% a quota 15.876. A preoccupare maggiormente è l'attacco alle obbligazioni italiane, partito dopo la notizia che la società britannica Lch Clearnet ha innalzato i margini richiesti sui titoli di debito italiani a 7 e 10 anni. I margini sono quindi stati portati dal 6,65% all'11,65%. LO spread Btp-Bund si è attestato sopra i 550 punti base dopo essere schizzato in area 570 punti base. Ad alimentare la tensione sui nostri titoli di Stato anche il traballante quadro politico, con il premier Silvio Berlusconi che ha annunciato di dimettersi appena verrà approvato la legge si stabilità contenente le misure volute fortemente dall'Unione Europea.
COMMENTA LA NOTIZIA