1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Mercati timorosi in attesa della Fed, tengono le utilities

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Accelerazione al ribasso per le Borse europee dopo quasi un’ora dall’inizio delle contrattazioni. A Milano l’indice Ftse Mib viaggia in calo di quasi 1 punto percentuale e ha bruciato gran parte dei guadagni della seduta inaugurale dell’ottava. Ieri i mercati europei avevano accolto con favore il balzo oltre le attese dell’export tedesco a giugno salendo anche sull’onda delle attese per le mosse della Federal Reserve che stasera potrebbe annunciare l’avvio di un nuovo piano di quantitative easing per stimolare la crescita. La banca centrale americana potrebbe reinvestire nel mercato a reddito fisso americano la liquidità proveniente dalle attività acquisite in precedenza che sono giunte a scadenza.

Oggi a prevalere è invece la prudenza. I dati cinesi odierni hanno mostrato un calo del ritmo di crescita delle importazioni più pronunciato del previsto (+22,7% dal +34,1% di giugno). A luglio il surplus della bilancia commerciale ha così toccato i massimi degli ultimi 18 mesi. Timori che sul mercato valutario si sono tradotti in acquisti su dollaro e yen. A livello settoriale, in Europa si muovono in positivo solo i difensivi con lo Stoxx sulle utilities (+0,16%) che beneficia dei buoni riscontri semestrali arrivati da Gdf. Tra i peggiori invece risorse di base (-1,98%) e costruzioni (-1,66%).