1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Lieve segno piu’ per Milano, giornata di attesa

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Lunedì tranquillo per Piazza Affari e le altre Borse europee. Anzi, lunedì troppo tranquillo. Ma del resto era più che prevedibile: succede sempre così quando le contrattazioni a Wall Street sono ferme. Il listino milanese ha così chiuso la prima sessione dell’ottava con il Mibtel a quota 24946 punti, in salita dello 0,36%, così come l’S&P/Mib, che ha invece terminato a 32650 punti. “Per i mercati azionari europei si è conclusa una giornata di attesa per via della chiusura della Borsa di Wall Street”, afferma Massimiliano Storti, responsabile delle gestioni patrimoniali per MC Gestioni sgr, che mette in luce come la sessione sia stata quindi caratterizzata da volumi poco elevati e indici in stallo, fermi in prossimità dei livelli massimi degli ultimi tre anni. “A nostro avviso”, dice Storti “ci troviamo all’interno di un trend rialzista, ma in possibile fase di esaurimento della spinta. Per questo pensiamo ci siano maggiori spazi per prese di profitto che per nuovi investimenti”. Ciò vale per il breve periodo, mentre in un’ottica di medio-lungo termine l’esperto di MC Gestioni sgr ritiene che ogni discesa del mercato costituisca una buona opportunità per aumentare l’esposizione nei confronti dell’equity. A livello settoriale, va tenuto sott’occhio il comparto tecnologico, che potrebbe fare bene, ma anche le utility, agevolate “perché sfruttano i bassi tassi di interesse”. Da evitare gli energetici, i quali hanno già corso parecchio, spinti dall’ascesa del petrolio, che ora dovrebbe però trovarsi nella parte finale dell’intervallo di crescita.