Le borse Usa scommettono sul salvataggio delle banche spagnole

Inviato da Luca Fiore il Sab, 09/06/2012 - 10:49
Wall Street chiude anche l'ultima seduta dell'ottava con il segno più mettendo a segno la settimana migliore da inizio anno. Dopo un inizio in territorio negativo, gli operatori hanno scommesso sull'approvazione di un piano per la ricapitalizzazione del sistema bancario spagnolo nel corso del weekend. Il Dow ha così terminato la seduta con un +0,75% portandosi a 12.554,2 punti, +0,81% dello S&P a 1.325,66 e +0,97% del Nasdaq a 2.858,42. Su base settimanale i tre indici hanno rispettivamente messo a segno un +3,59, un +3,72 ed un +4,04 per cento. In agenda macro il dato relativo la bilancia commerciale di aprile, il cui deficit è sceso da 52,62 a 50,06 miliardi di dollari, e l'indice che misura l'andamento delle scorte all'ingrosso, salito dello 0,6%.

Tra le storie del giorno, +3% per il titolo Facebook che ha chiuso a 27,1 dollari nel giorno in cui la Cnbc ha rivelato che Ubs (-0,51%) avrebbe perso 350 milioni di dollari a causa dei problemi tecnici verificatisi durante l'Ipo del n.1 dei social network. Secondo l'emittente, Ubs sarebbe intenzionata a far causa al Nasdaq Omx Group (+0,05%). Due velocità per FedEx (+1,71%) che dal 9 luglio incrementerà le tariffe del 6,9% e per McDonald's (-0,71%) che nonostante il +3,3% registrato a maggio dalle vendite same-store globali ha annunciato un taglio dell'eps del secondo trimestre. Per quanto riguarda i giudizi, +0,45% per Chevron, promossa da SocGen a "buy" e +1,89% di Yahoo! che ora Bernstein valuta "outperform". +1,71% infine per Apple che continua la battaglia dei brevetti con Samsung. Secondo indiscrezioni, la casa coreana sarebbe interessata ad acquisire Nokia (+6,71%).
COMMENTA LA NOTIZIA