1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Casa ›› 

Immobiliare.it: rallenta calo prezzi medi di vendita in Italia, tornano a crescere domande di compravendita e affitto

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Segnali che fanno tirare un primo sospiro di sollievo, quelli relativi al mercato immobiliare del primo semestre dell’anno. Nei primi sei mesi del 2013 i prezzi degli immobili hanno registrato una diminuzione sia pur lieve (-0,6% su base semestrale) e la domanda, tanto di appartamenti in locazione quanto in vendita è aumentata registrando un +9% per gli immobili in affitto e un +7% per quelli in vendita. Questi i due trend più importanti emersi dai dati elaborati dall’ufficio studi di gruppo Immobiliare.it relativamente al mercato residenziale italiano nei primi sei mesi del 2013.
A registrare la flessione più contenuta nei prezzi del semestre sono state le regioni del Nord Italia (-0,1%, ma -3,6% su base annua), seguite da quelle meridionali (-0,5%; -2,4% annuo) e da quelle del Centro (-0,8% e -3,6% annuo).
Quanto ai prezzi medi richiesti per l’acquisto di un appartamento nei nostri capoluoghi di regione, i numeri dell’Osservatorio di Immobiliare.it, relativi a settembre 2013, non riservano grosse sorprese: le città capoluogo più care sono quelle d’arte. Pur con un forte calo rispetto ad un anno fa Roma è ancora prima (3.970 euro per mq, -8,1% nell’anno, -4,4% nel semestre); la Capitale supera Firenze, che si ferma a 3.772 euro al metro quadro (-4,5% nell’anno, -2,9% nei sei mesi). A seguire troviamo Milano che, registrando una flessione dei prezzi del 2% nell’anno e dell’1,3% nel primo semestre, arriva a 3.660 euro.
Le meno care, invece, sono Catanzaro (1.273 euro al mq, in flessione del 12,1% nel primo semestre 2013) e Perugia (1.651 euro per mq, con prezzi in calo del 2,8% nel corso del primo semestre).