Fiat: chiesta conferma in giudizio del prezzo di esercizio della call option sul capitale di Chrysler

Inviato da Flavia Scarano il Gio, 27/09/2012 - 08:57
Fiat ha comunicato che la sua controllata Fiat North America ha avviato un giudizio di accertamento dinnanzi al Court of Chancery del Delaware per ottenere conferma del prezzo che dovrà essere pagato per la partecipazione pari a circa il 3,3% del capitale di Chrysler Group che il Veba dovrà cedere alla società torinese in forza del contratto di opzione concluso tra le parti il 10 giugno 2009. Il 3 luglio scorso Fiat aveva annunciato di aver esercitato l'opzione di acquisto di una parte della quota detenuta da Veba in Chrysler, come concordato tra le parti in forza del contratto di opzione. Mentre il fondo non ha contestato il diritto del Lingotto di acquistare tale partecipazione, le parti non hanno raggiunto un accordo in merito al prezzo che dovrà essere pagato da Fiat per tale partecipazione in base al contratto di opzione. Di conseguenza, il gruppo piemontese ha chiesto l'intervento del tribunale come previsto dall'accordo.
COMMENTA LA NOTIZIA