Eni, la disoccupazione Usa da la carica al long

Inviato da Riccardo Designori il Ven, 07/10/2011 - 14:50
Quotazione: ENI
I buoni dati macro Usa relativi alla disoccupazione Usa e ai nuovi occupati nel settore non agricolo, usciti nel primo pomeriggio, stanno sostenendo i corsi dei listini azionari europei. L'Italia, grazie ai bancari, tira la volata. Tra i titoli in grado di generare un immediato segnale di acquisto, che tuttavia per correttezza dovrebbe essere confermato in chiusura di seduta, è Eni. Le azioni del Cane a sei zampe hanno oltrepassato le resistenze statiche poste a 14,25 euro. La violazione fa sì che sul grafico daily sia stato completato un doppio minimo, figura classica dell'analisi tecnica di inversione del trend ribassista. Particolarmente rilevante l'ampiezza della figura: la parte bassa della congestione ha come riferimento i supporti statici di area 11,80 euro. Considerando che sia la media a 14 periodi che quella a 55 sono state incrociate positivamente nel corso di questa ottava, l'implementazione di una strategia long a 14,28 euro prevede lo stop in caso di ritorno sotto i 12,66 euro. I target sono rispettivamente a 15,25 euro e successivamente a 16,60 euro.
COMMENTA LA NOTIZIA