1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Macroeconomici ›› 

Dudley (Fed): caro-energia ha contribuito a indebolire consumi a inizio anno

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Tra i fattori che a inizio 2011 hanno inciso negativamente sull’economia Usa c’è sicuramente da annoverare il caro energia che ha frenato i consumi. William C. Dudley, presidente della Federal Reserve Bank of New York, nel suo discorso odierno ha infatti rimarcato che sul rallentamento del pil Usa nel primo trimestre 2011 (+1,8% annualizzato) ci sono le minori spese governative a livello nazionale e locale, ma anche il calo delle spese per consumi susseguente all’aumento dei costi energetici e alimentari. “Comunque – rimarca Dudley – il rallentamento economico registrato nel primo trimestre dovrebbe dimostrarsi un fattore temporaneo”.

Commenti dei Lettori
News Correlate
MACRO

Stati Uniti: tonfo per l’indice Richmond Fed a maggio

L’indice Richmond Fed, che misura l’attività manifatturiera del distretto di Richmond, nel mese di maggio si è attestato a 1 punto, contro i 20 del mese precedente. Gli analisti avevano stimato 15 punti.

MACRO

Stati Uniti: vendite case nuove sotto le stime ad aprile

Ad aprile l’indice statunitense che misura le vendite di case nuove è passato da 642 a 569 mila unità. Il dato a marzo aveva fatto segnare il livello maggiore degli ultimi 10 anni. Gli analisti avevano stimato 611 mila.

MACRO

Stati Uniti: PMI servizi sopra le stime a maggio

Meglio del previsto l’indicatore statunitense che misura il sentiment dei direttori degli acquisti (PMI) del comparto servizi, salito a maggio, in versione preliminare, da 53,1 a 54 punti. Gli analisti avevano stimato 53,3 punti.