1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Dati di chiusura

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Borsa di Milano ha chiuso ancora in territorio negativo pagando la debacle del comparto bancario. Due gli aspetti importanti emersi dall’incontro tra Angela Merkel e Nicolas Sarkozy a Berlino: patto di bilancio Ue anticipato a gennaio e rilancio della Tobin Tax, la tassa sulle transazioni finanziarie sui cui il premier britannico, David Cameron, ha posto un veto assoluto. Le parole di Merkel e Sarkozy non hanno però placato le tensioni sul mercato obbligazionario, dove lo spread Btp-Bund viaggia in area 530 punti base e il rendimento del bond decennale italiano si attesta al 7,15%. In questo quadro a Piazza Affari l’indice Ftse Mib ha ceduto l’1,67% a 14.401 punti, mentre il Ftse All Share è arretrato dell’1,87% a quota 15.236.

Ennesimo tonfo di Unicredit che ha lasciato sul parterre il 12,8% a 2,286 euro nel primo giorno dell’aumento di capitale da 7,5 miliardi di euro. I diritti che consentono di partecipare all’aumento hanno mostrato un vero e proprio crollo, pari al 65,4% a 0,47 euro, rispetto agli 1,359 euro fissati in apertura. Profondo rosso anche per Mps (-14,3% a 0,197 euro). Vendite pesanti anche su Mediobanca che ha archiviato la seduta con un ribasso del 6,87% a 3,824 euro. Sono scivolate in rosso anche Ubi Banca (-3,01% a 2,774 euro), Bpm (-3,25% a 0,253 euro) e Banco Popolare (-5,36% a 0,829 euro) e Intesa SanPaolo (-3,17% a 1,101 euro). Le parole di Sergio Marchionne non hanno scaldato il titolo Fiat Spa che ha perso il 6,23% a 3,73 euro. Buoni spunti dalle controllate di Eni: Saipem ha guadagnato il 2% a 34,64 euro, mentre Snam ha strappato un +0,36% a 3,336 euro.

Inizio di ottava con il segno meno per le borse del Vecchio continente. Il Dax ed il Ftse100 hanno terminato in calo rispettivamente dello 0,67 e dello 0,66 per cento portandosi a 6.017,23 ed a 5.612,26 punti. Chiusura di poco sotto parità per il Cac40 (-0,31%) e per l’Ibex (-0,12%) scesi a 3.127,69 ed a 8.278,9.

Commenti dei Lettori
News Correlate
RICAVI PRELIMINARI

Geox: Mascazzini nuovo Ad, ricavi 2017 a 884,5 milioni

Il 2017 di Geox si è chiuso con ricavi per 884,5 milioni, sostanzialmente in linea con l’esercizio precedente (-1,8% a cambi correnti, -1,7% a cambi costanti). La crescita del canale …

EMISSIONE BOND

Carraro: deliberata l’emissione di un bond fino a 180 milioni

Dopo l’aumento di capitale del 2017, il Gruppo Carraro torna sul mercato. I Cda di Carraro e della controllata Carraro International hanno deliberato l’emissione di un prestito obbligazionario “senior unsecured” …

MERCATI

Borse europee in ordine sparso

Chiusura in ordine sparso per le borse europee. A Francoforte il Dax è salito dello 0,74% a 13.281,40 punti mentre il francese Cac40 si è fermato a 5.494,80 (+0,02%). Segno …