1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Dati di chiusura

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Borsa di Milano terminato la seduta in ribasso, dopo aver registrato in giornata cali di oltre il 2%. Buone notizie dall’asta dei Btp tenutasi oggi in cui è stato confermato il trend in discesa dei rendimenti. Lo spread Btp-Bund si mantenuto in area 430 punti base con il rendimento dei Btp decennali in torno al 6,1%. Nel frattempo hanno preso il via i lavori del primo Consiglio europeo dell’anno a Bruxelles, la cui conferenza stampa è attesa per le 19,30. In questo quadro il Ftse Mib ha ceduto l’1,21% a 15.753 euro mentre il Ftse All Share è arretrato dell’1,15% a quota 16.660. Male tutto il comparto bancario. Unicredit ha perso il 2,36% attestandosi a 3,564 euro. Giù Bpm in ribasso del 5,92% a 0,381 euro. In flessione anche Banco Popolare (-5,49% a 1,12euro), Mps (-4,06% a 0,286 euro), Mediobanca (-4,66% a 4,666 euro), Ubi Banca (-3,36% a 3,51 euro) e Intesa Sanpaolo (-2,21% a 1,416 euro). Profondo rosso per Premafin (-22% a 0,24 euro), in scia all’annuncio della sua ricapitalizzazione fino a un massimo di 400 milioni di euro. Fitch ha annunciato di aver ridotto il rating sul debito unsecured di Enel (+0,06% a 3,116 euro), Acea (-0,76% a 4,714 euro) e Terna (+0,07% a 2,782 euro) di un notch. Nel primo caso il giudizio è passato ad “A-” mentre la valutazione su Acea e Terna è sceso ad “A”. In rosso anche Atlantia (-1,89% a 11,92 euro).
Inizio di ottava con il segno meno per i listini europei. Le vendite sul comparto bancario hanno spinto al ribasso il Cac40, che ha terminato in calo dell’1,6% a 3.265,64 punti, andamento simile per l’Ibex (-1,62%) a 8.517, -1,09% per il londinese Ftse100 che ha chiuso a 5.671,09 e -1,04% del Dax a 6.444,45.