1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Borse europee deboli, Draghi pronto a prolungare il QE

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Borse europee sotto la parità nel gran giorno della Banca Centrale Europea. Se da un lato la conferma dell’attuale livello di stimoli era scontata, a stupire (non troppo) i mercati ci ha pensato un Mario Draghi che ha ribadito che l’Eurotower è pronta a prolungare, se necessario, lo shopping di titoli (Quantitative Easing, QE).

Il listino londinese, il Ftse100, si è fermato a 7.208,44 punti, mezzo punto percentuale in meno (-0,54%) rispetto al dato precedente, mentre il francese Cac40 ha perso un quarto di punto a 4.841,14. Piatti il Dax (11.596,89, -0,02%) e l’Ibex (9.379,10, -0,08%).

A Parigi -5,43% di Safran che ha offerto 9 miliardi di dollari per portarsi a casa Zodiac Aerospace (+21,91%). Restando sul listino transalpino, Carrefour (+0,76%) ha battuto le stime con una crescita delle vendite trimestrali del 3,9%.

Dopo le indicazioni arrivate dal mercato del lavoro australiano, che ha visto il tasso di disoccupazione passare dal 5,7 al 5,8 per cento, e dal surplus delle partite correnti di Eurolandia, in aumento da 28,3 a 36,1 miliardi, nella seconda parte è stata la volta dei dati statunitensi su permessi di costruzione e nuovi cantieri (1,21 e 1,23 milioni di unità), sul manifatturiero dell’area di Philadelphia (23,6 punti) e sulle nuove richieste di sussidio di disoccupazione (234 mila).