Bollettino Bce: stima pil 2011 sale da +1,5% a +1,6%

Inviato da Titta Ferraro il Gio, 10/02/2011 - 10:57
La fase di ripresa prosegue in Europa. Il Bollettino Bce di febbraio evidenzia come siano presenti segnali di crescita del prodotto interno lordo anche agli inizi del 2011. Inoltre gli ultimi dati suggeriscono un'ulteriore stabilizzazione della disoccupazione nell'area euro nei mesi a venire. Le stime di crescita del pil dell'eurozona nel 2011 sono state lievemente riviste al rialzo a +1,6% da +1,5% precedente, nel 2015 a 1,9% da 1,8%). La disoccupazione dovrebbe attestarsi al 9,9% quest'anno rispetto al 10% precedentemente stimato.
"Tenendo conto del grado relativamente elevato della fiducia delle imprese nell'area - prosegue il Bollettino Bce - la domanda interna del settore privato, sostenuta dall'orientamento accomodante della politica monetaria e dalle misure adottate per migliorare il funzionamento del sistema finanziario, dovrebbe fornire un contributo sempre più consistente alla crescita. Ci si attende tuttavia che il recupero dell'attività sia frenato dal processo di aggiustamento dei bilanci in corso in diversi comparti".
La Banca centrale europea esorta i governi dell'area euro a dare piena attuazione nel corso dell'anno ai rispettivi piani di risanamento dei conti pubblici.
COMMENTA LA NOTIZIA