Acquisti sul kiwi, Rbnz pronta ad alzare tassi nel 2014

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Reserve Bank of New Zealand come da attese ha confermato al 2,5 per cento il livello dei tassi di interesse intensificando però la sua retorica circa la necessità di contrastare l’inflazione indicando un possibile aumento dei tassi di interesse nella prima metà del prossimo anno. La Nuova Zelanda sarebbe una delle prime nazioni sviluppate a intraprendere la via dei rialzi dei tassi.

Pronta la reazione del kiwi, nome con cui viene identificato il dollaro neozelandese, salito fino a 0,829 rispetto al dollaro statunitense.

Il governatore dell’istituto centrale, Graeme Wheeler, ha confermato che la crescita economica della Nuova Zelanda è stimata superiore al 3% nell’anno chiuso a fine settembre “e l’espansione dell’economia ha notevole impulso”. Relativamente all’inflazione, Wheeler ha rimarcato che le pressioni al rialzo sui prezzi delle case sussistono a Auckland e in altre regioni a causa della carenza di alloggi e della forte domanda stimolata dai tassi di interesse bassi. “Il tasso di cambio è alto – ha aggiunto il numero uno della Rbnz – e rappresenta un particolare freno per il settore dei beni commerciabili e la banca centrale non crede che sia sostenibile nel lungo periodo”.

Commenti dei Lettori
News Correlate
RATING

Germania: S&P’s conferma la tripla A, l’outlook è stabile

S&P Global Ratings ha annunciato di aver confermato la valutazione “AAA/A-1+” assegnata alla Repubblica federale tedesca. “L’outlook stabile riflette la convinzione che nei prossimi due anni i conti pubblici tedeschi e il forte avanzo esterno continu…

NPL

Carige: via libera a cessione portafoglio NPL di 950 milioni a veicolo

In linea con le iniziative strategiche contenute nell’aggiornamento del Piano 2016 – 2020 approvato lo scorso 28 febbraio, oggi il Cda di Carige ha approvato la cessione, da concludere “in tempi brevi e comunque entro il 30/6/2017”, di un portafoglio…

RICAVI PRELIMINARI

Luxottica: +5,2% per il fatturato del primo trimestre, outlook confermato

Grazie al forte contributo di Europa e America Latina, all’andamento favorevole dei cambi e all’ottima performance del marchio Ray-Ban, il primo trimestre di Luxottica si è chiuso con una crescita del fatturato del 5,2% a 2.384 milioni di euro (+1,9%…

MERCATI

Borse europee caute, indicazioni deludenti dal Pil a stelle e strisce

Chiusura di settimana all’insegna della debolezza per le borse europee. A Londra il Ftse100 ha terminato a 7.203,94 punti, lo 0,46% in meno rispetto al dato precedente, il Dax si è fermato a 12.438,01 (-0,05%) e il Cac40 a 5.267,33 (-0,08%). Sopra la…