Il 2014 dei listini europei inizia con il segno meno

Inviato da Luca Fiore il Gio, 02/01/2014 - 17:53
Prima seduta dell'anno in territorio negativo per i listini del Vecchio continente. Andamento simile per Dax (-1,59% a 9.400,04), Cac40 (-1,6% a 4.227,28) e Ibex (-1,58% a 9.760,3) mentre a Londra il Ftse100 è sceso di mezzo punto percentuale (-0,46%) a 6.717,91.

Nel corso della prima parte indicazioni contrastanti quelle arrivate dai dati macro. Il Pmi relativo Eurolandia si è attestato ai massimi dal maggio del 2011 a 52,7 punti spinto dai 54,3 punti del dato tedesco. Indicazioni deludenti dalla Francia che ha visto l'indice del manifatturiero scendere ai minimi da 7 mesi (47 punti).

L'indice britannico è passato da 58,1 a 57,3 punti mentre l'Ism statunitense si è attestato a 57 punti, contro i 57,3 precedenti. Sempre per quanto riguarda gli Usa, meglio del previsto l'indicatore che misura l'andamento delle spese per costruzioni (+1% m/m) mentre le nuove richieste di sussidio di disoccupazione sono scese meno delle attese a 339 mila unità.
COMMENTA LA NOTIZIA