1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Unicredit scivola a -2% in area 8 euro, titolo precipita ai minimi da arrivo Draghi con -15% dai top di marzo

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nuova giornata difficile per tutto il settore bancario. L’indice Euro Stoxx Banks cede lo 0,8 per cento con le banche di Piazza Affari che sottoperformano in una seduta in cui lo spread Btp-Bund si muove in leggero restringimento a 102 punti, mentre il rendimento del Btp 10 anni scende a 0,75%. Oggi è la terza giornata del collocamento del BTP Futura che nelle prime due giornate ha raccolto 3,67 mld.

Il settore bancario ieri ha pagato il riemergere di timori circa il rimbalzo della crescita globale, che potrebbe essere meno corposo alla luce degli attuali numeri della pandemia, con i contagi record in alcuni paesi quali l’India.

A Piazza Affari tra i titoli a soffrire di più c’è Unicredit arrivata a cedere il 2% circa con un minimo di giornata a 8,01 euro. Si tratta dei livelli più bassi dal 2 febbraio 2021, giorno in cui il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha deciso di convocare Mario Draghi al Quirinale per poi conferirgli l’incarico di formare un nuovo governo. Ieri Unicredit ha ceduto oltre il 5% e nell’ultimo mese il titolo è sceso di oltre il 12%. Da top annui a 9,51 toccati il 18 marzo, Unicredit è scivolata indietro di oltre il 15%.